Cessione Milan, il mistero si infittisce. Chi è veramente Yonghong Li?

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Una storia senza fine e con molti punti interrogativi sembra essere quella legata alla cessione del Milan. Le parti continuano a trattare per arrivare al closing ma ci sono ancora molti misteri da svelare

Berlusconi-Li

Cessione Milan, Yonghong Li stringe la mano a Berlusconi.Sarà closing?

Il passaggio del Milan dalle mani di Silvio Berlusconi alla Sino-Europe Sport sembra essere tra i misteri più grandi della storia del calcio; ogni settimana spuntano voci che rincorrono altre voci tra i dubbi palesati circa la consistenza economica della cordata cinese e le smentite, se vogliamo anche di rito, da parte del gruppo Fininvest oltre che, chiaramente, anche da parte della stessa Sino-Europe Sports.
Intanto, al momento, l’unica certezza è legata al mistero avvolto su alcuni imprenditori che fanno parte della Sino-Europe Sports in quanto i nomi restano ancora nell’ombra senza omettere un altro fattore importante legato proprio a Yonghong Li sul quale anche in Cina si conosce veramente poco.

Cessione Milan: mistero su Yonghong Li. Neanche in Cina lo conoscono?

Di Yonghong Li si sa solo che è il Presidente della Sino-Europe Sports Investment Management oltre ad essere l’unico volto ad esser uscito allo scoperto per quanto riguarda la cordata cinese che acquisirà il Milan, tuttavia come se non bastassero i dubbi lanciati poche settimane fa da Bloomberg circa l’inconsistenza economica della cordata cinese, proprio in queste ultime ore dalla Cina arrivano altri dubbi legati proprio a Yonghong Li perché anche da quelle parti è poco conosciuto e nessuno conosce realmente la sua forza economica soprattutto perché tutti i suoi affari si chiudono in società e in prestanome.

Milan cinese, Han Li garantisce che i rossoneri torneranno un top club

Nel frattempo, tra dubbi e voci false o presunte tali a provare a spegnere il fuoco quasi incessante ci ha pensato Han Li, direttore esecutivo della Sino-Europe Sports il quale ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha dichiarato: Il Milan è una delle più grandi squadre al mondo, con una storia piena di glorie e successi. I milanisti si trovano in ogni angolo del pianeta, soprattutto in Cina. Le prime partite di calcio trasmesse in Cina, alla fine degli Anni 80, erano quelle della Serie A, ed era soprattutto il Milan che entusiasmava gli spettatori. Abbiamo diverse generazioni che sono cresciute col Milan, e io sono uno di loro. Il club ha tutto il mio rispetto. Sono grato al signor Berlusconi per averci affidato questo compito leggendario di riportare il Milan al top. Il nostro piano? Inizieremo a formare un management solido, poi faremo il nostro meglio nelle sessioni di quest’inverno e della prossima estate per creare una squadra più forte. Nel frattempo, ci concentreremo sullo sviluppo del business in tutto il mondo, soprattutto in Cina. Cercheremmo di espandere la nostra influenza internazionale in vari campi, attraverso i nostri contatti e i partner strategici. Al contempo, costruiremmo un ponte tra il club e il mercato cinese, integrando risorse strategiche globali”.

Yonghong Li farà tornare il Milan grande a closing avvenuto

Han Li, nella lunga intervista rilasciata ha voluto spegnere anche del tutto le voci legate ai documenti bancari falsi rilasciati dalla Sino-Europe Sport, dichiarando che tutte le voci negative sulla cessione del Milan sono false e Yonghong Li in Cina non è molto conosciuto perché lì gli investitori sono numerosi e sarebbe impossibile conoscerli tutti, inoltre lui ha sempre preferito tenere un profilo basso preferendo i fatti alle parole e garantendo un ottimo mercato a closing avvenuto perché solo così il Milan potrà tornare ai fasti di un tempo.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: