Crotone Napoli, Sarri difende Gabbiadini

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Foto LaPresse - Valerio Andreani 01/11/2015 Città Genova ( Italia) Sport Calcio Genoa vs Napoli Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - Stadio "Luigi Ferraris" Nella foto: manolo gabbiadini deluso Photo LaPresse - Valerio Andreani 01 November 2015 Città Genova ( Italy) Sport Soccer Genoa vs Napoli Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - "Luigi Ferraris" Stadium In the pic: manolo gabbiadini deluso

Riparte dalla Calabria il cammino degli uomini di Sarri. Crotone Napoli, allo Scida vincono i partenopei per 2 a 1. Grazie a questa vittoria Hamsik e compagni agguantano il momentaneo terzo posto in attesa di Roma Palermo in programma questa sera. Dopo due sconfitte consecutive in campionato e lo stop in Champions League, torna a conquistare così i tre punti nonostante l’uomo in meno a causa dell’espulsione di Gabbiadini a metà del primo tempo. A fine partita Sarri ai microfoni di Premium Sport ha analizzato la partita della sua squadra:

“Abbiamo sbagliato qualcosa nella partita di Bergamo, le altre due, specialmente in coppa, no. Oggi siamo rimasti in dieci molto presto, e l’abbiamo comunque tenuta molto bene, subendo gol soltanto all’ultimo istante”.

Sulla espulsione di Gabbiadini al 31′ del primo tempo per un brutto fallo su Ferrari, il tecnico del Napoli si è così espresso:

“Dispiace solo per Manolo che sarà squalificato. Lui caratterialmente è un ragazzo chiuso, introverso, che avrebbe bisogno di serenità ed invece si ritrova sempre coinvolto in questioni e discussioni. Deve tranquillizzarsi, pensare al campo e non ascoltare nessuno. Siccome è un giocatore forte tornerà a fare il giocatore forte. Il ragazzo ha la fiducia di tutti, e ci darà le soddisfazioni che ci meritiamo e si merita”.

Crotone Napoli, Sarri è poi tornato a parlare dell’importantissima vittoria che ha permesso alla sua squadra di portarsi a quattro punti dalla capolista Juventus sconfitta ieri sera dal Milan, ma anche di due giocatori in particolare:

“Oggi abbiamo anche cercato di gestire la partita, cosa che per le nostre caratteristiche non mi fa impazzire. Fino al 44′ della ripresa abbiamo fatto molto bene. Non è la nostra caratteristica principale. Rog rientra nei nostri piani: viene da un calcio diverso ed è giovane. Sta facendo il percorso di Diawara, e lui farà altrettanto. Se pensiamo che i ragazzi giovanissimi siano già pronti dopo venti giorni, si sbaglia la prospettiva”.

Sempre più in basso invece il Crotone che resta ad un punto e ancora a zero vittorie. In attesa del posticipo di questa sera tra Roma e Palermo sono sei i punti di svantaggio dal Pescara quart’ultimo e sconfitto oggi dall’Udinese. Ecco quanto commentato da Davide Nicola al termine di Crotone Napoli a Rai Due:

“Siamo stati un po’ contratti, sia per aver giocato in casa sia perché avevamo il Napoli. Non siamo stati tritati e abbiamo fatto la nostra partita. Voglio che giochiamo come nel secondo tempo, dobbiamo avere consapevolezza e cercare di crescere. Bisogna continuare nella fiducia, questa squadra può giocarsela con altre tre quattro squadre”.

I calabresi non sono ancora riusciti a dare una svolta a questa stagione e sono arrivati i primi fischi da parte del pubblico di casa. Davide Nicola appoggia la decisione dei propri tifosi anche se vede il bicchiere mezzo pieno nonostante l’ennesima sconfitta:

“Il pubblico ci ha fischiato, ma può fare quello che vole. Possono applaudirci o fischiarci. Sono convinto che abbiamo perso 2-1 contro una squadra che trita tutti. Noi dobbiamo essere convinti e continuare a lavorare”.

  •   
  •  
  •  
  •