ESCLUSIVA SUPERNEWS, Nicola Amoruso: “Napoli tranquilla, con Gabbiadini non perdi nulla. Totti? Meglio se parte dalla panchina…”

Pubblicato il autore: Fabrizio Moretto Segui

nicola-e13713798716861
La redazione di SuperNews ha contattato in esclusiva Nicola Amoruso, il calciatore che ha vestito più maglie diverse in Serie A (13), per analizzare il big match della prossima giornata di campionato tra Napoli e Roma. Queste le dichiarazioni dell’ex centravanti:

L’ambiente Napoli è rimasto scosso la scorsa settimana dall’infortunio di Milik. Quanto peserà l’assenza del polacco nella corsa scudetto dei partenopei?

“Milik è un giocatore che stava facendo davvero molto bene. Si era imposto alla grande nel nostro calcio, era stato bravo e determinante per il Napoli. Mi ha colpito in particolare il grande impatto avuto nel sostituire uno come Higuain. È una perdita pesante, ma allo stesso tempo sono convinto che sarà sostituito bene da Manolo Gabbiadini”

Pensi dunque che l’attaccante azzurro sarà in grado di caricarsi la squadra sulle spalle?

“Assolutamente si. È un calciatore che ha grande qualità, personalità e maturità. Può sfruttare questa grande opportunità di essere titolare per tante partite”

Cosa manca invece alla Roma per vincere? Ogni anno la squadra sembra pronta, ma col passare dei mesi qualcosa s’inceppa. Da cosa dipende?

“A mio avviso manca la continuità. Quella di Roma è una piazza difficile, ci sono pressioni che ogni giorno devi saper affrontare. La squadra in sé ha grandissime potenzialità, ma non riesce a gestire tutte le tensioni che si creano nell’arco del campionato e alla lunga pagano questo problema”

Condividi la scelta di Spalletti di utilizzare Totti solo a partita in corso? Oppure lo schiereresti dal primo minuto?

“Francesco è un grande campione, ed entra in campo quando Spalletti intuisce che c’è bisogno di personalità. Può cambiare da solo una partita. Potrebbe giocare anche dall’inizio, ma a 40 anni non si può reggere il ritmo allo stesso modo di quando si è più giovani. Ritengo giusto far partire dal primo minuto gli altri e inserire Totti nella ripresa”

L’ultimo tuo gol al San Paolo con la maglia del Napoli lo realizzasti proprio contro la Roma il 10 giugno 2001. Quel giorno l’atmosfera era rovente. Sabato invece non ci saranno i tifosi giallorossi. Cosa ne pensi della situazione attuale degli stadi?

“Chiaramente dispiace vedere gli stadi vuoti e i tifosi impossibilitati a seguire le loro squadre. Il problema è rappresentato dalle strutture, che non invogliano le persone ad andare allo stadio. Si doveva fare qualcosa d’innovativo, andare avanti, invece c’è stata una pericolosa involuzione negativa”.

  •   
  •  
  •  
  •