Italia U21, gli ‘Azzurrini’ in Lettonia per la qualificazione agli europei

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

u21
Questo pomeriggio (ore 17, visibile sulla piattaforma di Rai Sport 1) l’Italia U21 di Di Biagio scende in campo contro la Lettonia, per un match che ha il sapore di qualificazione ai prossimi europei che avranno luogo in Polonia, in programma dal 16 al 30 luglio 2017. In sostanza basterà conquistare almeno un punto oggi per ottenere già la matematica qualificazione.

I lettoni sono già matematicamente esclusi dalla partecipazione, in quanto hanno ottenuto fino ad ora solamente 9 punti nelle 9 gare disputate, un bottino non eccelso, che fa emergere tutti i limiti di una squadra che storicamente non regge il passo dell’Italia o della Serbia, attualmente seconda e distaccata proprio dall’Italia di sole tre lunghezze.
Un’occasione d’oro questa per il team azzurro, che vuole ottenere il “pass” automatico senza dover passare per i play-off da seconda classificata.
Il criterio di qualificazione infatti è lo stesso che viene attuato da quest’anno anche per le nazionali maggiori in vista della qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo in Russia: la prima va in automatico in Polonia, la seconda deve passarci attraverso i play-off.

LE PAROLE DI DI BIAGIO: Il mister vuole concludere quanto di buono fatto in questa fase di qualificazione e magari, possibilmente, ripetere la grandiosa cavalcata di quattro anni fa, dove gli azzurri sono stati in grado di arrivare fino in finale, poi persa sonoramente contro una Spagna che ancora ad oggi, a livello di Under 21 è la migliore espressione possibile di calcio giovanile.
Queste le parole alla vigilia del match di Di Biagio, che si è dimostrato molto sicuro di sé e convinto che i suoi ragazzi scenderanno in campo per centrare l’obiettivo: “Se giochiamo come sappiamo non ci saranno problemi. Dovremo essere aggressivi dal primo minuto, cercando di creare il maggior numero possibile di occasioni. Nella gara di andata ad Andorra siamo stati timidi nel primo tempo e abbiamo fatto meglio nella ripresa. Al di là dell’aspetto tattico domani conterà la voglia di dare ritmo e sarà importante arrivare primi sulla palla. Abbiamo l’obbligo di vincere e di disputare un’ottima partita.

Successivamente Di Biagio si è poi concentrato sull’analisi del match di venerdì scorso contro la Serbia, un pareggio finale di 1-1 che ha lasciato l’amaro in bocca, poiché al contrario, in caso di vittoria, avrebbe portato lui e i suoi ragazzi direttamente in Polonia, senza dover “soffrire” fino a quest’ultima partita: “E’ stato evidente che i nostri avversari stavano meglio di noi e non abbiamo messo in pratica quanto avevamo preparato. Abbiamo corso il doppio rispetto a loro ma lo abbiamo fatto in maniera errata”.

Infine qualche novità di formazione, legata soprattutto alle condizioni di Mazzitelli: “Mazzitelli ha un problema all’alluce e vedremo se ce la farà a recuperare. Nella mia testa ho 7-8 certezze, il resto lo valuteremo in base alle risposte che mi daranno i giocatori”.

LA STATISTICA DEL MATCH: Italia che si presenta in Lettonia con la miglior difesa del suo girone, mentre la Lettonia ha il peggior attacco. Basterà già non prendere gol per essere a metà dell’opera, ma onde evitare scherzi, come ha detto saggiamente mister Di Biagio, meglio segnare un gol sin da subito.

  •   
  •  
  •  
  •