Milan ed il no di Maldini. Beppe Bergomi: “Scelta sbagliata. Io all’Inter andrei di corsa”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Aug 1996:  A portrait of Giuseppe Bergomi of Inter Milan taken during the club photocall. Mandatory Credit: Allsport

Bergomi nella stagione 1996 con la maglia dell’Inter


Dopo il no di Paolo Maldini all’offerta fatta dal gruppo cinese
prossimo all’acquisizione del Milan per un ruolo dell’ex capitano rossonero all’interno della nuova società è arrivato l’intervento di un’altra grande bandiera del passato, Beppe Bergomi. Lo storico difensore dell’Inter ha difeso il ruolo delle bandiere nel calcio moderno ed ha “criticato” Paolo Maldini per la sua decisione di rifiutare l’offerta fatta dal gruppo cinese.  Nel corso di una intervista a Il Giorno l’ex difensore dell’Inter ha anche aperto ad un suo possibile ingresso all’interno della nuova società nerazzurra.

” Per il bene del calcio italiano la presenza delle bandiere deve essere sostenuta con forza perchè rappresentano un patrimonio di grande valore – ha detto Bergomi – . Prendete Totti: al netto di tutte le chiacchiere inutili, fa ancora il bene della Roma. E Del Piero? Fatevi un giro tra i tifosi bianconeri. Sognano alex presidente o qualcosa di simile. Ed è giusto, intendiamoci. Non sono d’accordo, invece, con il mio amico Maldini: al suo posto avrei accettato la proposta dei nuovi padroni del Milan. Uno come lui dopo un mese in società insegna a tutti. Io all’Inter?  Se i cinesi nerazzurri mi fanno la proposta che i cinesi rossoneri hanno fatto a Maldini, beh io accetto immediatamente…”
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter-Real Madrid, la Moviola: espulso Vidal e due rigori non dati? Ecco gli episodi chiave