Milan – Juventus: è già alta la febbre!

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

milan-juventus-diretta-600x330
Siamo appena al 13 ottobre, c’è ancora una giornata di campionato da disputare, ma è già alta la febbre per la partita Milan- Juventus che si disputerà a San Siro sabato 22 ottobre alle 20 e 45.
Milan – Juventus è sempre stata una classica dal forte fascino tra due delle squadre più amate in Italia e nel modo. Ma quella in programma tra nove giorni sarà diversa dalle altre e non potrebbe essere altrimenti principalmente per i tifosi rossoneri per tanti motivi. Intanto guardando la classifica oggi, prima dell’ottava giornata di campionato che vedrà il Milan impegnato a Verona contro il Chievo, vediamo i rossoneri nel gruppo alle spalle della Juventus e del Napoli a pari punti con Roma, Lazio e Chievo. Non sappiamo se la posizione cambierà quando Milan e Juve si affronteranno, ma comunque, al di là della rilevanza ai fini della classifica, la partita sarà importante, e quindi l’attesa sarà spasmodica, per tanti altri motivi.

Milan – Juventus – I motivi della febbre: Donnarumma

Gigio Donnarumma è il motivo principale della febbre che è già cominciata a salire in vista di Milan – Juventus. Il giovane portiere con le sue brillanti prestazioni è entrato nel cuore dei tifosi rossoneri e le ultime dichiarazioni del suo procuratore, Mino Raiola, hanno causato ansia ed apprensione tra i “milanisti”. Anche le uscite di Stefano Tacconi, che si è detto sicuro del passaggio di Donnarumma alla Juventus: “Donnarumma? Secondo me lui è già della Juventus, io l’ho sempre detto. E’ normale, sennò la Juve chi prende? Secondo me è già fatta”, hanno incupito gli animi dei tifosi rossoneri, al punto che ormai sull’argomento si sono creati due fazioni: c’è chi non vuole saper neanche parlare della possibilità di un trasferimento di Donnarumma alla Juventus e c’è chi sostiene che se il giovane portiere non si sente la maglia rossonera cucita addosso allora può tranquillamente andare via pur tra tanti rimpianti.

Milan – Juventus. I motivi della febbre: Pjaca

Altro motivo dell’innalzamento della temperatura in vista di Milan – Juventus è la vicenda Pjaca. Il giovane attaccante croato era nel mirino del Milan questa estate. Addirittura si era parlato di un blitz a Zagabria da parte di Adriano Galliani, che aveva illuso su una conclusione favorevole delle trattative per l’acquisto, quando prepotentemente è subentrata la Juventus che se l’è accaparrato.

Milan – Juventus. I motivi della febbre: la finale della Coppa Italia 2016

Non manca tra i motivi della febbre alta nell’attesa di Milan – Juventus l’esito della finale di Coppa Italia disputata il 21 maggio scorso a Roma e conclusasi con la vittoria dei bianconeri in virtù del gol segnato da Morata al 5° minuto del secondo tempo supplementare. La Coppa andò alla squadra di Allegri dopo una partita tutta cuore disputata dal Milan, al quale era solo mancata la zampata vincente come confermato da Montolivo, intervistato da Raisport alla fine della partita “C’è rammarico, ai punti meritavamo noi, ci è mancata la zampata vincente. Invece loro sono stati cinici e noi abbiamo perso. Se avessimo messo in campo tutto l’anno quello che abbiamo messo in campo questa sera parleremmo di un altro campionato. E’ tempo di tirare le somme e valutare la cosa migliore per la squadra. Ora la delusione è troppo grande. La squadra ha dato tutto quello che aveva”.
La speranza dei tifosi rossoneri è che Vincenzino Montella riesca a trovare la mossa vincente che consenta al Milan di vendicare la sconfitta della Coppa Italia e di ricominciare ad essere vincente anche con la “Vecchia Signora”.

  •   
  •  
  •  
  •