Milan: la rivincita di Gabriel Paletta nella rimonta rossonera

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

Paletta-Milan-Sassuolo-SM-800x600
La vittoria del Milan di ieri ha un sapore speciale per diversi motivi: il primo è senza dubbio quello di aver battuto una diretta concorrente per l’Europa. Il secondo è che dopo quel maledetto 4 a 3 di Sassuolo nel gennaio del 2012, che costò la panchina all’attuale tecnico Juventino Max Allegri, è stata finalmente vendicata quella e le altre sconfitte subite contro gli emiliani. Il terzo è lo splendido gol di un ragazzino di 18 anni, Manuel Locatelli, che sta pian piano scalando le gerarchie del centrocampo rossonero. Il quarto, forse il più inaspettato se pensiamo a solo un anno fa, è il gol del sorpasso, realizzato da quel Gabriel Paletta, che poco più di un anno fa è stato mandato in prestito all’Atalanta perchè considerato un esubero tra i difensori di Mihajlovic. Un anno in prestito dunque è servito all’italo-argentino per ritrovare la miglior condizione, oltre che la fiducia di tutto il mondo Milan. La rivincita di un giocatore spesso preso in giro per il suo look è dunque finalmente arrivata.

Paletta è tornato e si è (ri)preso il Milan: il centrale italo-argentino anche all’inizio di quest’anno era finito sul mercato, ma col passare delle settimane, complici il grave infortunio capitato a Zapata e la difficoltà nell’adattarsi al nostro campionato di Gustavo Gomez, l’hanno reso un punto fermo per Montella, che lo ha individuato come il compagno ideale per Romagnoli, che con lui accanto ha decisamente alzato l’asticella. Qualche giorno fa il suo agente Martin Guastadisegno si è espresso così sul suo assistito: “Gabriel sta attraversando il miglior momento della sua carriera. Sta bene ed è in forma, è felice al Milan e anche perché da poco è di nuovo papà. Ringrazia tutto il Milan, la società, i tifosi e lo staff tecnico per la fiducia che gli è stata data e vuole ripagarla. Montella? C’è grande rapporto, si trova molto bene con lui”.

Negli ultimi giorni era addirittura circolata l’indiscrezione secondo cui Paletta sarebbe potuto anche tornare nel giro della Nazionale, lui che ha disputato l’ultima partita in Azzurro a giugno 2014 nel corso dei Mondiali brasiliani: “Ho sentito anche io questa voce e ci speriamo perché se lo merita. Ventura lo segue e per lui tornare in Nazionale sarebbe un sogno: in questo momento è uno dei difensori più forti d’Italia”. Per ora il mister azzurro non lo ha convocato per gli impegni con Spagna e Macedonia, ma non è detto che non lo faccia per i prossimi impegni degli Azzurri.

L’anno scorso il prestito che l’ha rigenerato, ora con Montella Paletta è diventato un leader che il Milan ha blindato quest’estate da numerose offerte: “E’ vero, quest’estate ci sono state tante proposte ma lui voleva restare e la società voleva tenerlo. Lo hanno chiesto l’Atalanta, il Bologna, il Palermo e anche squadre estere, il Milan ha detto no a tutti e credo sia stata la scelta migliore per tutti. Rinnovo? Ha ancora due anni di contratto, non c’è fretta ma è vero abbiamo già iniziato a parlarne. Aspettiamo ora che si definiscano anche le questioni societarie per approfondire il discorso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: