Modena-Venezia: quel saluto a Pavan e il gemellaggio rinsaldato (FOTO)

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

modena venezia (22)
Torno dopo diversi anni la sfida tra Modena e Venezia, due compagini che nel recente passato hanno militato in massima divisione, vivendo attualmente un momento interlocutorio. Se per i lagunari questa dovrebbe essere la stagione della rinascita, dopo il fallimento e la ripartenza dai dilettanti con una società ambiziosa, per gli emiliani si tratta della prima in Lega Pro dopo innumerevoli stagioni passate tra massima divisione e cadetteria. Un campionato finora travagliato, che non ha certamente contribuito a riaccendere la passione sotto la Ghirlandina. La sfida dà anche l’opportunità all’allenatore dei gialloblu Simone Pavan di salutare i suoi ex tifosi, che ricambiano con uno striscione. Tra le due tifoserie esiste una storica amicizia, che viene rinsaldata nella serata del Braglia che vede gli ospiti uscire vincitori grazie a una rimonta.

MODENA-VENEZIA 1-2

MODENA (4-4-2) Manfredini; Accardi, Cossentino, Aldrovandi, Minarini; Popescu (18’ s.t. Tulissi) Caselli, Olivera, Basso (18’ s.t. Besea); Bajner, Ravasi (36’ s.t. Caselli). PANCHINA Costantino, Braccioli, Sakaj, Loi, Calapai, Setti, Serroukh, Hardy Nana All. Pavan

VENEZIA (4-4-2) Facchin, Malomo, Modolo, Domizzi, Garofalo; Fabris (44’ s.t. Cernuto), Pederzoli, Bentivoglio, Marsura (41’ s.t. Tortori),Ferrari (22’ s.t. Acquadro), Geijo PANCHINA Sambo, Vicario, Soligo, Pellicano’, Stulac, Moreo, Edera, Baldanzeddu All. Inzaghi

Arbitro Volpi di Arezzo

Marcatori Bajner al 28’ p.t., Geijo al 32’ p.t., Modolo al 9’ s.t.

Note paganti 1.183, incasso 8.046 euro, abbonati 1.356. Ammoniti Caselli, Domizzi, Popescu. Angoli 8-0. Tiri in porta: 2-3. Tiri fuori 1-3. Recupero: 1’ p.t. 4’ s.t.

  •   
  •  
  •  
  •