Napoli-Roma, match decisivo per la serie A?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Napoli-Roma
Sabato alle 15, al San Paolo, c’è Napoli-Roma, partita considerata da sempre il derby del Sole. E come si potrebbe dire il contrario? Due città dal punto di vista turistico, architettonico, e culturale, che possono essere considerate come Patrimonio dell’Umanità. E passano anche i loro problemi, che purtroppo le segnano.  Dal punto di vista sportivo, è sempre una gara attesa da entrambe le tifoserie, per rivalità che purtroppo che negli ultimi anni si sono accentuate, causando anche tristi episodi come quello del 14 maggio nella finale di Coppa Italia, con la morte del tifoso azzurro Ciro Esposito. E sappiamo anche come la Lega, ha tentato di risolvere questo problema: anticipando sempre le due gare, sia al San Paolo, che all’Olimpico, mettendola sempre alle 15, e vietando le trasferte agli ospiti. Tifoserie calde, appassionate, fedeli, che non potranno essere vicine alla loro squadra del cuore. Ora tocca ai giallorossi, nel ritorno agli azzurri. Triste, perché quasi trent’anni fa, non era così. C’era un bel gemellaggio, di colori, amicizia e rispetto. Poi, sappiamo come andò a finire. Quando Salvatore Bagni, dopo un gol del Napoli,  fece il gesto dell’ombrello sotto la curva Sud, tutto si ruppe. Pensandoci, poteva risparmiarselo. Poteva continuare tutto, dando anche un bell’esempio alle altre tifoserie, ed alle altre rivali degli spalti. Come sappiamo, girano nei social, proposte dai lati più tranquilli dei sostenitori, di un tentativo di avvicinamento, per riproporre un gemellaggio. Come si dice “chi va piano, va sano e va lontano”. Magari!  Ma sappiamo che è difficile. Però, ha fatto piacere, anche il messaggio che tifosi della Roma, hanno mandato per il pronto ristabilimento di Arek Milik, attaccante azzurro, che sarà fuori per un bel po’. Chissà. Per quanto riguarda i 22 in campo, invece, è già una partita che potrà dare un bello scossone al campionato. Siamo solo all’ottava giornata di serie A, e la Juve, è a + 4 sulla prima inseguitrice che è il Napoli, che non può lasciarsi sfuggire questa occasione, per restare agganciato ai bianconeri, prima dello scontro diretto di Torino, che avverrà a fine ottobre. Sarri, dovrà fare a meno di Milik, e si pensa a Gabbiadini come centravanti, che in quel ruolo ancora non si è ambientato del tutto. Ma adesso, l’attaccante bergamasco, non ha alibi, non ha nessuno dinanzi per avere maggior fiducia, e deve dimostrare che lui c’è. Altra supposizione è il pensare a Callejon, come finto nueve, e con Mertens ed Insigne sui lati. C’è poi mercoledì la Champions League, col Besiktas, che andrà al San Paolo, per una gara importantissima, che potrebbe già portare gli azzurri agli ottavi. Spalletti, dal canto suo probabilmente, non avrà a disposizione il belga Nainggolan che è stato vittima di un caso tra i giallorossi e la nazionale del Belgio. Il centrocampista, infatti, non ha risposto alla convocazione per le qualificazioni mondiali, per poter riprendersi da un infortunio, e partecipare ad una partita con la Primavera della Roma. Questo episodio ha turbato la Federazione del Belgio, infatti probabile la presenza di Florenzi al suo posto. Tutto esaurito allo stadio San Paolo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,