Petizione Icardi: il tifo nerazzurro è diviso, ma l’argentino rimarrà capitano

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Petizione Icardi: c’è una fetta importante del tifo nerazzurro che si è schierata con il bomber argentino.

Petizione Icardi

Petizione Icardi

Quello di ieri è stato un pomeriggio di ordinaria follia per l’intero ambiente interista. In uno stadio dal clima surreale, la squadra nerazzurra – dopo essere passata in vantaggio dopo il gol di Joao Mario – si è vista rimontare da un ottimo Cagliari, fino ad uscire dal campo sconfitta.
Per tutto l’arco del match la curva nord dell’Inter ed il resto dello stadio hanno disputato una partita nella partita: la prima ha fischiato ed insultato Icardi, i secondi lo hanno applaudito e sostenuto, schierandosi apertamente contro il settore più acceso del tifo nerazzurro.
Insomma, al fine non poteva che crearsi un ambiente poco sereno, con la squadra che ha inevitabilmente finito per essere condizionata da un clima che era diventato davvero molto pesante.
La frattura tra il tifo nerazzurro è testimoniata anche da un’iniziativa lanciata quest’oggi sul web: si tratta di una petizione dei tifosi interisti a favore di Mauro Icardi, contro l’atteggiamento assunto dagli esponeti della Curva Nord.
Il bomber argentino, dopo aver incontrato la dirigenza in un lungo summit tenutosi per chiarire quanto accaduto ieri, ha postato questa immagine su Instagram, commentando la foto:

petizione icardi

Petizione Icardi

Nel frattempo è arrivato il comunicato ufficiale del club di Corso Vittorio Emanule: Mauro Icardi resterà il capitano della squadra nerazzurra e si impegnerà a modificare il contenuto delle pagine pubblicate nella sua biografia. Ecco le dichiarazioni del bomber argentino, rilasciate a Inter.it: “In questi due giorni ho vissuto una parentesi triste della mia storia nerazzurra. Ma in una famiglia – e mi hanno sempre insegnato che l’Inter prima di tutto è una grande famiglia – i momenti difficili o le incomprensioni possono capitare. Tutto nasce da una pagina del mio libro, che probabilmente è stata buttata giù troppo d’istinto. Una pagina dove alcuni toni sono inappropriati e sono davvero dispiaciuto che ci siano andati di mezzo proprio i tifosi dell’Inter. Questo ha offeso tanta gente, ma bisogna guardare sempre avanti e, se si può, fare di tutto perché le cose tornino al proprio posto. Per questo mi scuso e mi impegnerò perché queste pagine non ci siano più, in modo che nessuno possa sentirsi offeso, tradito e minacciato. Oggi ho parlato con la Società, abbiamo chiuso questa brutta parentesi e, tutti insieme, abbiamo un solo obiettivo: il bene dell’Inter, perché niente è più grande dell’Inter. Per questo motivo ho accettato ogni decisione del Club. In futuro cercherò di essere molto più attento, cosa che il mio ruolo nella squadra impone. Ora, uniti più che mai, prepariamo i prossimi impegni con la massima determinazione”

  •   
  •  
  •  
  •