San Siro una poltrona per due

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

San Siro

In questi giorni si sta discutendo su cosa farne dello Stadio San Siro di Milano. Il neo sindaco Sala vorrebbe capire se l’impianto verrà rimodernato e lasciato in affitto ad entrambe le milanesi, oppure una delle due deciderà di traslocare e crearne uno proprio.  Il Milan è ancora alle prese con il closing per il passaggio della società ai cinesi. Quindi al momento la questione stadio non sembra essere in agenda. L’unica che si sta muovendo in questa direzione è l’Inter. I nerazzurri hanno effettuato il cambio di proprietà già a giugno mentre il Milan deve aspettare dicembre.  Chissà che la nuova proprietà cinese non pensi alla costruzione di uno stadio di proprietà per attirare altri tifosi al di fuori dei confini italiani o europei.  Si era parlato di un nuovo stadio già nel luglio  dello scorso anno. Barbara Berlusconi aveva portato al comune di Milano il progetto, individuandone l’area. Poi alla fine MrBee che avrebbe dovuto finanziarne la costruzione non è più arrivato e il progetto è stato accantonato.  Il San Siro che ha il mente il neo sindaco Sala, dovrebbe prevedere la costruzione di lounge, ospitality, store e ristoranti senza costruire una cittadella. Questo progetto escluderebbe anche sviluppi dal punto di vista residenziale per il quartiere San Siro nel quale si trova lo stadio. Comunque per la finale di Champions di quest’anno sono stati fatti fatti dei lavori di ammodernamento, per ridare un pò di appeal a livello europeo ad uno stadio che è stato definito “la scala del calcio”.  Il progetto San Siro comunque prevede la coabitazione delle due società milanesi.  Vedremo se le due nuove società saranno d’accordo.  Senza andare in giro per l’Europa, possiamo vedere come lo Juventus Stadium sia una struttura non solo in grado di generare ricavi. Certamente dal 2011 gli incassi per quanto riguarda le partite di Serie A e Champions sono notevolmente aumentati passando da 11 a 31 milioni, diventati poi 51 nell’anno della finale di Berlino contro il Barcellona.  La prossima estate potranno essere svelate le prime opere dello Juventus Village nell’area Continassa: hotel, centro di allenamento, scuola internazionale, sede sociale e attività commerciali legate all’intrattenimento e alla ristorazione. Possiamo dire che questo è un modello che si ispira a quello delle società europee.  Per quanto riguarda le due milanesi, il problema dei ricavi, si può risolvere soltanto con la partecipazione continua alla Champions League.  Solo la massima competizione europea per club può consentire a Milan e Inter di ridurre il gap con le altre big europee dal punto di vista finanziario.  Però l’aumento dei ricavi non può essere l’unica fonte di sostentamento delle due squadre. Se il progetto di Sala non prende spunto dallo Juventus Stadium allora Milan e Inter rimarranno sempre indietro rispetto al resto dell’Europa.  A Roma già dall’anno scorso la proprietà giallorossa aveva presentato il progetto per un nuovo stadio, lasciando l’Olimpico come casa della Lazio.  Sulla data di inizio dei lavori non si sa ancora nulla. I tifosi giallorossi sperano che l’impianto venga terminato in tempi brevi e senza intoppi. Le due proprietà cinesi di Milan e Inter cosa faranno di San Siro? A chi verrà affidato? Solo dopo il closing e l’insediamento della nuova proprietà rossonera potrà essere discussa la questione San Siro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,