Torino Lazio, la rabbia di Mihajlovic ed Inzaghi

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Lazio

Continua il momento positivo del Torino che non molla la presa verso le zone alte della classifica. Torino Lazio, la partita finisce 2 a 2, Ljajic in pieno recupero consente ai granata di restare in zona Europa League. Gioca e produce tante occasioni la Lazio, ma questo Torino è un osso duro per tutti. I padroni di casa sono passati in vantaggio nel corso del primo tempo grazie a Falque, poi hanno subito prima il pareggio di Immobile, il 2 a 1 da parte del laziale Murgia, infine è arrivato il pareggio dell’esterno ex Inter e Roma.
Torino Lazio, ecco l’analisi di Mihajlovic al termine della partita ai microfoni di SkySport: 

“Questa partita è la dimostrazione che quando giochiamo da Toro possiamo battere con chiunque, quando non lo facciamo possiamo perdere con tutti. Abbiamo fatto un buon primo tempo, nella ripresa abbiamo sofferto e concesso un gol incredibile”

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Torino Lazio, il tecnico dei granata non è rimasto molto contento in occasione della seconda rete della squadra di Inzaghi messa a segno da Murgia:

“Ancora non mi capacitare di come si possa lasciare un uomo da solo in are su una palla inattiva. Nel finale abbiamo registro anche grazie ai nostri tifosi, importante comunque non perdere. La nostra crescita passa dal fatto di dare continuità al nostro gioco”.

In occasione di Torino Lazio Mihajlovic ha evocato l’episodio di quasi 20 anni fa, il famoso contatto Iuliano Ronaldo a causa del fallo su Barreca:

“Abbiamo pareggiato su rigore che c’era, ma c’era anche un altro penalty per noi per fallo su Barreca, che sembrava il fallo di Iuliano su Ronaldo”

Molta delusione per Inzaghi a causa del pareggio subito al 92esimo minuto. Torino Lazio, i biancocelesti erano passati in vantaggio con il neo entrato Murgia dopo il pareggio realizzato da Immobile. Ecco quanto riportato a Premium Sport da Inzagni:

Leggi anche:  Portogallo, UFFICIALE il giocatore positivo al Covid-19, addio Europeo

“Quando prendi un gol al 92′ c’è un po’ di rammarico. Dispiace per i ragazzi, avremmo meritato la vittoria, ma il calcio è così. Abbiamo raccolto due punti con Bologna e Torino, ma probabilmente ne avremmo meritati sei. Dobbiamo continuare con queste prestazioni, in questo modo presto vinceremo le partite. Oggi eravamo in grandissima emergenza, ma è motivo di grande orgoglio veder giocare in questo modo gente che non giocava da tempo o giovani che sono venuti con me dalla Primavera”.

Inzaghi ha messo in luce la prestazione della sua difesa, ma ha anche esaltato la partita dei suoi giocatori, specie per le diverse occasioni da gol create:

“Non ricordo una parata di Marchetti, mentre ricordo occasioni sulle quali avremmo dovuto sicuramente far meglio. Sono orgoglioso dei miei ragazzi. Volevamo stare molto compatti, abbiamo concesso poco, forse abbiamo peccato sul primo gol un pochino, ma abbiamo creato 4-5 occasioni da gol e avremmo meritato di vincere. Mi prendo la prestazione, mi sarei volentieri preso il risultato”.

Il mister della Lazio ha poi concluso la sua intervista parlando del calcio di rigore concesso dal direttore di gara che ha permesso al di pareggiare e, di conseguenza, togliere il massimo risultato alla sua squadra:

Leggi anche:  Serie D, Lavello Taranto 2-3: i rossoblù conquistano la promozione in Serie C

“Il rigore? L’assistente di porta ha avuto buona personalità nell’assegnarlo in quel momento”.

  •   
  •  
  •  
  •