Caldara Atalanta, ecco chi è il nuovo Bonucci. Belfodil ci riprova in Belgio

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Caldara Atalanta, è lui l’erede di Bonucci alla Juventus e in Nazionale? Vi ricordare di Belfodil? Ecco dove gioca il mancato erede di Benzema

caldara atalanta

Caldara Atalanta ha scoperto il nuovo Bonucci

Caldara Atalanta, sta facendo grande l’Atalanta di Gasperini che guarda all’Europa dopo un inizio di stagione davvero sorprendente, soprattutto se si pensa ad un avvio di campionato tutt’altro che buono. Gasperini dopo qualche giornata ha deciso di puntare su una nidiata di giovani dell’Atalanta, Conti,Petagna,Gagliardini e appunto Mattia Caldara, difensore centrale con il vizio del gol. “Diventerà un grande”, questo dicono di lui compagni e avversari per un classe ’94 che gioca con l’esperienza di un veterano. Due gol in sei partite e rinnovo di contratto fino al 2021 con l’Atalanta:” Un sogno che si realizza”, come lo stesso Caldara ha definito l’avvenimento. Dopo aver esordito in serie A nel 2013/2014 Caldara ha poi giocato due ottime stagioni in B con Trapani e Cesena prima di far ritorno alla casa madre Atalanta. La Juventus avrebbe già messo gli occhi su di lui, in molti gli pronosticano un futuro alla Bonucci, per la vocazione e far gol e per come sa impostare l’azione da dietro. Caldara Atalanta è un binomio difficile da sciogliere, ma si sa quanti giocatori usciti fuori dalle giovanili bergamasche siano poi diventati grandi con la maglia della Juventus. Da Vieri a Inzaghi, sono tanti i giocatori che hanno avuto nell’Atalanta un ottimo trampolino di lancio verso la Juventus e il grande calcio italiano ed europeo. Caldara potrebbe essere uno dei prossimi gioielli atalantini a fare la fortuna della Juventus, ma non ancora il suo presente ed il suo futuro prossimo è a forti tinte nerazzurre.

Leggi anche:  Atalanta-Verona probabili formazioni: Ilicic confermato in attacco?

Caldara Atalanta al top, Belfodil all’Inter è stato un flop, che fine ha fatto?

Per un giovane nerazzurro in rampa di lancio come Caldara Atalanta, ce n’è un altro che con il nerazzurro, quello dell’Inter non ha avuto fortuna, stiamo parlando di Ishak Belfodil. L’attaccante algerino arrivato in Italia giovanissimo al Parma, marchiato un po’ troppo frettolosamente come erede di Benzema, ora prova a ricostruirsi una carriera in Belgio allo Standard Liegi. Dopo gli ottimi esordi a Parma, Belfodil fu acquistato dall’Inter in comproprietà nell’estate del 2013. Mazzarri non lo vede, 8 presenze zero gol prima del prestito al Livorno. In Toscana le cose non vanno meglio per Belfodil, 17 presenze e porta mai centrata e retrocessione in B degli amaranto. Nell’estate del 2014 il Parma riscatta interamente il cartellino di Belfodil, ma l’algerino viene coinvolto nel fallimento dei ducali. Il 6 maggio 2015 arriva l’ufficialità della rescissione del contratto che legava il calciatore algerino ai ducali fino al 2018, che così facendo rinuncia a tutti i crediti vantati nei confronti del Parma(sia per quanto concerne il periodo prefallimentare sia per quanto riguarda gli stipendi maturati ma non percepiti nel corso dell’esercizio provvisorio). Il 28 luglio 2015 firma un contratto biennale con il Banivas, club militante nella Arabian Gulf League. Con la maglia del club arabo disputa 25 partite, segnando 13 gol. Il 31 agosto 2016 rescinde il suo contratto con la squadra degli Emirati e si accasa con lo Standard Liegi in Belgio dove prova a rilanciarsi. Belfodil ha solo 24 anni, magari non sarà il nuovo Benzema, ma può ancora fare la sua buona carriera, in futuro potremmo rivederlo ancora in Italia, più maturo e più pronto per un campionato duro come la serie A.

  •   
  •  
  •  
  •