Chievo Verona 1 – Cagliari 0: i veneti sorpassano i sardi in classifica e Pellissier festeggia 400 presenze. Ecco il resoconto del match

Pubblicato il autore: elia guerra

voti gazzetta chievo carpi pellissier

Si è da poco concluso, nella magnifica cornice dello stadio Marcantonio Bentegodi, lo scontro tra i padroni di casa del Chievo Verona e il Cagliari, anticipo che ha dato il via alla 13esima giornata di Serie A e che ha visto il Capitano dei veneti, Sergio Pelissier, vestire per la 400esima volta la maglia gialloblù: accolto con fragorosi applausi dal pubblico di casa. Entrambe le squadre erano reduci da una serie di risultati non esaltanti, anzi, ed averne la meglio sono stati i padroni di casa che hanno portato a casa 3 punti preziosi grazie al gol di Gobbi.

 

La squadra di Rolando Maran ha dovuto rinunciare allo squalificato Dainelli(assenza pesante) e agli indisponibili Bastien, Hetemaj, Birsa e Troiani. Quella di Massimo Rastelli, invece, a Ionita, Joao Pedro, Murru, Tachtsidis, Capuano, Pisacane e Dessena, condannato dal giudice sportivo a 2 giornate di squalifica. Inoltre il tecnico dei sardi, a sorpresa, ha tenuto in panchina Sau e Boriello per concedere spazio ai giovani Giannetti e Salomon. Di seguito le formazioni con cui le rispettive squadre hanno solcato l’erbetta verde del Bentegodi.

 

CHIEVO VERONA – Sorrentino; Cacciatore, Spolli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Izco; De Guzman(dal 74’ Rigoni); Pellissier(dal 82’ Inglese), Floro Flores(dal 9’ Meggiorini).

Leggi anche:  Dove vedere Mondiale per club 2022, streaming gratis e diretta tv Sportitalia o Sky Sport?

CAGLIARI – Storari; Ceppitelli, Bruno Alves, Salamon(dal 70’ Isla), Bittante; Padoin, Munari, Barella; Di Gennaro(da)l 79’ Boriello; Giannetti(dal 66’ Melchiorri), Farias

PRIMO TEMPO – La prima frazione di gioco è stata orfana di emozioni. Maran dopo soli 9 minuti è stato costretto ad utilizzare il primo cambio, gettando nella mischia Riccardo Meggiorini al posto di Floro Flores, uscito zoppicante dal campo. La formazione clivense ha cercato sin da subito di attaccare la profondità soprattutto grazie alle falcate sull’out di destra di Fabrizio Cacciatore, che però non hanno dato i frutti sperati. Il Cagliari, dal canto suo, pian piano ha iniziato ad acquisire fiducia mostrandosi più volte nella metà campo avversaria e creando buone occasioni da rete, non sfruttate però al meglio grazie alla buonissima retroguardia dei padroni di casa. In sé il primo tempo è stato molto equilibrato e combattuto, soprattutto nella zona nevralgica del campo dove tra i più positivi è spiccato De Guzman.

SECONDO TEMPO – Nemmeno il tempo di dare il via alla seconda frazione che il Chievo passa in vantaggio dopo appena 3 min grazie all’uno due fantastico tra Meggiorini e Gobbi, che con un tiro rasoterra ha battuto Storari. Un minuto dopo la rete, però, è arrivata immediata la reazione del Cagliari con un tiro di Giannetti che non ha impensierito l’esperto Sorrentino. Di seguito la partita si è fatta sempre più interessante grazie ai continui capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra, interrotti da numerosi falli soprattutto da parte degli ospiti, innervositi per il gol subito. Il Chievo è stato più volte vicino al raddoppio grazie a Castro, prima con un tiro a giro da fuori area che si è spento sul fondo e poi con uno stacco di testa, su calcio d’angolo, che ha sfiorato il palo alla sinistra di Storari. Fiammata poco dopo dei sardi, che si rendono pericolosi con l’ingresso di Mauricio Isla. I rossoblù dal65esimo in poi hanno continuato a rendersi pericolosi schiacciando così nella propria metà campo i padroni di casa, grazie soprattutto all’agilità e qualità di Farias. Rastelli poi, al minuto 79, ha gettato nella mischia Boriello al posto di Di Gennaro, dando così maggior trazione anteriore ai suoi. Il Chievo dopo il pressing asfissiante degli ospiti ha reagito con un tiro pericolosissimo di Meggiorini che ha sorvolato la traversa. A 5 minuti dalla fine il Cagliari si è spinto disperatamente in avanti alla ricerca del tanto sperato pareggio. Il Chievo, però, ha saputo gestire nel miglior modo il risultato grazie ad un buon possesso palla e contropiedi pericolosi, grazie ad un ottimo Meggiorini. Dopo 4 minuti di recupero è arrivato il triplice fischio del direttore di gara e, con esso, gli applausi fragorosi di tutto il pubblico di casa del Bentegodi per la buona prestazione della loro squadra.

Leggi anche:  Stankovic affila le lame in previsione del Monza

 

CHIEVO 1 – CAGLIARI 0, CONCLUSIONI- Boccata d’ossigeno, dunque, per la squadra di Maran che ritrova la vittoria dopo 5 giornate, vittoria che permette inoltre il sorpasso sul Cagliari, sempre più in difficoltà soprattutto per quanto riguarda il reparto arretrato. Per il tecnico dei clivensi, sono arrivati segnali positivi soprattutto dal ritrovato De Guzman e dal rientrato Meggiorini. Per Rastelli, invece, la coppia d’attacco inedita ha fornito importanti indicazioni ma non è riuscita a trovare la via del gol ed ora i sardi rischiano fortemente di essere inghiottiti nella zona bassa della classifica.

 

  •   
  •  
  •  
  •