Closing Milan, slitta tutto al 15 gennaio? La SES smentisce. Ecco gli scenari possibili

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
Closing Milan, ancora incertezze in merito all'operazione

Closing Milan, ancora incertezze in merito all’operazione

Si infittisce il “mistero” sul closing Milan. Le operazioni che dovranno portare al passaggio di proprietà del club rossonero dalle mani della Fininvest a quelle della cordata cinese sembrano nuovamente essere tornate ad una situazione di stallo. Il 13 dicembre, data fissata per il closing, si avvicina ma le possibilità di uno slittamento in avanti della data di chiusura dell’operazione si fa sempre più strada anche se la Sino Europe Sports sembra aver smentito questa ipotesi confidando di chiudere tutto entro la metà di dicembre. Closing Milan, slitta tutto al 15 gennaio? – Oggi a Milan c’è stato un importante incontro tra i vertici di Fininvest e Marco Fassone, futuro A.D. del club come indicato proprio dal fondo Sino Euro Sports. Da quanto trapelato sembra che non si sia affrontato nei dettagli il tema del closing ma sembra iniziare ad emergere l’orientamento tra le parti di rinviare l’operazione alla metà del mese di gennaio. Era stato lo stesso Silvio Berlusconi ad aprire a questa possibilità nei giorni scorsi alla luce delle difficoltà della cordata cinese di ottenere tutte le autorizzazioni necessarie al trasferimento dei fondi (420 milioni) necessari per effettuare il closing.  In “cambio” di questa proroga Berlusconi  ha chiesto ai cinesi di versare una nuova caparra dopo quella da 100 milioni già versata sui conti correnti di Fininvest al momento della firma del preliminare. Stando alle prime indiscrezioni che filtrano dopo l’incontro di oggi, i cinesi si sono detti disponibili a versare questa seconda caparra quantificandola tra i 50 e i 100 milioni.
La possibilità di posticipare il closing, al momento però, non verrebbe presa in considerazione dalla stessa Sino Europe Sports. Infatti sono arrivate  smentite dagli ambienti vicino alla SES sulle indiscrezioni di un rinvio. E’ stato il giornalista del Corriere dello Sport, Pasquale Campopiano, dal proprio profilo twitter a riportare la posizione della SES “Milan, fonti vicine a SinoEurope smentiscono la richiesta cinese di una proroga a Fininvest per il 15 gennaio. Si lavora per il 13 dicembre e saranno decisivi i prossimi giorni. Aspettiamo e vediamo”.

Leggi anche:  Bari, che acquisto dal calciomercato! La punta che mancava, ora si può sognare
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: