Dal derby di Madrid al “klassiker” in Germania, quanti big match domani

Pubblicato il autore: valerio vitali

atletico real
Domani sarà una giornata di grande calcio internazionale, a partire soprattutto dal derby di Madrid tra Atletico e Real e la supersfida in terra tedesca tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund

Grande attesa per gli amanti del calcio estero. Domani per chi ne avrà la possibilità, ci sarà davvero l’imbarazzo della scelta su quali partite vedere.

Manchester United – Arsenal
Si inizia con un antipasto niente male (ore 13:30), quello tra il Manchester United di Josè Mourinho e l’Arsenal di Arsene Wenger che promette spettacolo. Tra i due allenatori non scorre di certo buon sangue e anche per questa partita ci si aspetta qualcosa di pirotecnico.
Da una parte i “Red Devils” che hanno disperatamente bisogno di risalire la china in Premier League, lontani dalla vetta infatti già nove lunghezze. Perdere altro terreno dalle concorrenti rappresenterebbe un ritiro molto anticipato dalla corsa al titolo, un vero e proprio suicidio per un club che ha immesso ingenti capitali durante l’estate per allestire una squadra di tutto rispetto.
Il Manchester oltre ad aver effettuato la transazione di mercato più onerosa della storia del calcio con Paul Pogba (105 milioni di Euro) ha anche il tetto ingaggio più alto al mondo. Non che non se lo possano permettere dalle parti di Manchester, ma sarebbe un vero e proprio autogol tirare i remi in barca già al mese di novembre.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Fiorentina-Torino: diretta tv in chiaro e streaming live

Mourinho-Wenger-Arsenal-rivalry

L’Arsenal invece arriva all’appuntamento dell’Old Trafford con l’umore a mille e le motivazioni che non mancano mai in questa partita, soprattutto per l’allenatore alsaziano che vuole bissare una vitoria contro Mourinho dopo il Community Shield dello scorso anno.
Questa sembra essere la stagione giusta per i “Gunners” per tonare a vincere un titolo che manca ormai da troppo tempo e i risultati del primo scorcio di questa Premier sono più che incoraggianti.

Tottenham – West Ham
Di certo tra tutte le partite in programma domani non sarà quella che offrirà maggiore spettacolo, ma siamo certi che il derby del Nord di Londra metterà in scena tutta l’essenza del calcio inglese: agonismo, corsa, falli e intensità, insomma, tutto quello che c’è da aspettarsi in una stracittadina.
Naturalmente la squadra di casa arriva coi favori del pronostico, ma proprio perché si tratta di un derby e a maggior ragione in Inghilterra, il risultato appare tutto fuorché scontato.

Leggi anche:  Calciomercato Roma, è fatta per Diego Llorente: il difensore è sbarcato in Capitale

tottenham west ham
Borussia Dortmund – Bayern Monaco
In concomitanza di orario (18:30) con la sfida di Londra c’è un altro grande match da non perdere assolutamente: il “Klassiker” di Germania, che diversamente dalla scorsa stagione arriva con meno aspettative di classifica, ma che avrà la stessa attenzione, in campo e fuori che merita ogni grande appuntamento di calcio.
Tuchel avrà preparato al meglio la sfida, anche perché sa che in caso di vittoria della sua squadra riaprirebbe le sorti del campionato.
Il Bayern di Ancelotti invece vorrebbe già blindarla questa Bundesliga e una vittoria dei Campioni di Germania non sarebbe nemmeno così improbabile. Le due squadre infatti si sono già incontrate al “Signal Iduna Park” ed il Bayern ne è poi uscito con la Supercoppa di Germania in tasca, niente male come bottino da trasferta.

Leggi anche:  Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia

bayern borussia
Il derby di Madrid
Ciliegina sulla torta (e che ciliegina) della giornata di domani sarà il tanto atteso derby di Madrid. Da quando è arrivato Simeone nella capitale spagnola il livello della sfida si è notevolmente equilibrato, fino a diventare un match equo, in cui spesso in Liga l’Atletico l’ha fatta franca.
Meno in Champions League, dove le due finali perse nel giro di tre anni hanno praticamente condannato i tifosi dell’Atleti ad una umiliazione eterna nei confronti dei loro acerrimi rivali e cugini.
Non ci sono favoriti, ma sapere che Zidane, da quando si è seduto sulla panchina delle “Merengues” ha perso una sola volta in campionato e guarda caso proprio nell’ultimo derby potrebbe far pensare al peggio.

real-atletico-1-1

  •   
  •  
  •  
  •