Juve, Allegri: “Entriamo nella leggenda come i Bulls di Jordan”

Pubblicato il autore: Emiliano Di Presa Segui

AllegriTorna a parlare Massimiliano Allegri, il tecnico bianconero in una lunga intervista rilasciata a tuttosport parla della possibilità della sua squadra di entrare nella storia con la conquista del sesto scudetto consecutivo, impresa mai riuscita a nessuno nei primi 4 campionati esteri. Il tecnico livornese ha voluto rassicurare i tifosi invitandoli a stare vicino alla squadra:”I nostri tifosi devono godersi la cavalcata di questa squadra. Stiamo andando a caccia del sesto Scudetto consecutivo, non è una cosa banale. Tutti insieme possiamo diventare leggenda. Come i Chicago Bulls di Michael Jordan“. Allegri ha poi parlato del grande colpo del mercato estivo bianconero, quel Gonzalo Higuain che tanto ha fatto discutere dalle parti di Napoli:”A fine campionato ci siamo confrontati con la società e ci siamo detti che il giocatore da prendere quest’anno per rinforzare la squadra era Higuain. Gonzalo è uno che garantisce gol, è un attaccante di spessore. Rispetto a Napoli ha ripreso a giocare con la squadra”. Allegri è sicuro di chi sarà l’uomo rivelazione per la Juventus nel 2017 che secondo lui, permetterà alla squadra di fare il salto di qualità definitivo: “Sarà Pjaca“. Non poteva mancare la domanda sulle critiche, forse eccessive, piovute su Allegri e la sua Juve sul gioco espresso nell’ultimo periodo: “Noi siamo la Juventus e non dobbiamo scimmiottare nessuno, né il Barcellona né il Bayern Monaco. In Italia dobbiamo lavorare sui nostri pregi che sono la tattica e la furbizia, perché, senza togliere niente agli altri, noi italiani siamo più svegli”. Infine un commento sui singoli soffermandosi su Hernanes: “Viene criticato nonostante faccia delle buone partite, viene massacrato perché ci si aspetta che faccia giocate che non rientrano nelle sue corde”.

Leggi anche:  Juventus a sostegno dei propri dipendenti: "Attivata la Banca Ferie Solidali"
  •   
  •  
  •  
  •