Kean e i suoi fratelli, ecco la generazione 2000 pronta a stupire

Pubblicato il autore: Antonio Guarini

Non solo Moise Kean, oltre al gioiellino della Juventus ecco una carrellata di classe 2000 pronti al salto nel calcio dei grandi, italiani, giovanissimi e già molto forti.

kean

Kean e i suoi fratelli, ecco la generazione 2000

Kean, il primo esordiente in serie A nato nel nuovo secolo sta già facendo parlare tantissimo di sé, il giovanissimo attaccante della Juventus dopo aver assaggiato la serie A potrebbe fare anche il suo esordio in Champions League data la penuria di attaccanti a disposizione di Massimiliano Allegri. Kean però non è l’unico nato nel 2000 e dintorni che può balzare agli onori della cronaca calcistica, ci sono altri giovanissimi italiani pronti a fare il salto nel calcio dei grandi. Il primo della lista è Alessandro Plizzari, portiere classe 2000 del Milan, attualmente terzo portiere rossonero alle spalle di Donnarumma e Gabriel. Dalle parti di Milanello c’è chi giura che Plizzari potrà diventare più forte di Donnarumma, anche se il portiere titolare del Milan è ancora giovanissimo. Plizzari è stato titolare della primavera di Brocchi ed è già pronto, come testimoniano le buone prestazioni nelle amichevoli estive. Un altro classe 2000 che si sta facendo notare delle giovanili dell’Inter è Davide Merola, attaccante tascabile che in tanto paragonano ad Antonio Di Natale. Campano di Caserta, Merola ha mosso i primi passi alla Juve Sammaritana di Santa Maria Capua Vetere ma all’età di dieci anni è passato al Capua ed è in questa realtà che si è fatto conoscere dagli osservatori di tutta Italia. Prima di approdare all’Inter, squadra per cui fa il tifo, Merola era stato vicino alla Roma, dove Bruno Conti avrebbe voluto portarlo. Rapido, esplosivo, ha un gran tiro con il piede mancino e deve migliorare molto nell’utilizzo del destro e nei movimenti complessivi da attaccante, aiutando anche di più la squadra. Le sue qualità lasciano ben sperare, ma serve umiltà, applicazione, impegno e voglia di migliorarsi. Il percorso è lungo ma Merola è un nome da appuntarsi. Addirittura del 2001 è Pietro Pellegri, attaccante del Genoa, che per amore del Grifone ha anche rifiutato il Manchester United. Era tutto pronto per lui a casa dei Red Devils, ma lui e la sua famiglia hanno declinato l’invito preferendo il Genoa. Anche su Pellegri la Roma avrebbe messo gli occhi, ma per lui si parla della Juventus, in bianconero si potrebbe riformare la coppia con Kean, come già accade nell’Under 16 di Zoratto. Centravanti classico Pellegri ha già un contratto pubblicitario con la Nike, che lo ha messo sotto contratto per i prossimi 4 anni per quasi 50 mila euro. In più gli passerà 4 mila euro a stagione di materiale ed è anche previsto un premio per ogni gol che segnerà in Nazionale.

Leggi anche:  Pescara-Foggia, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud o DAZN? Dove vedere Serie C

Kean e i suoi fratelli, occhi puntati su Biancu e Nivokazi

Tra i 2000 pronti all’esordio in serie A come avvenuto per Kean, c’è anche Roberto Biancu, regista della primavera del Cagliari e dell’Under 17 allenata da Emiliano Bigica. Biancu nella scorsa giornata di campionato ha ricevuto la prima convocazione in prima squadra, Rastelli l’ha portato con sé a Verona per la trasferta con il Chievo. Classico regista di centrocampo, non molto dotato fisicamente, ma po importa perché in quella zona del campo contano molto di più di piedi dei muscoli. L’ultimo dei 2000 pronti per il calcio dei grandi è Rilind Nivokazi, attaccante di origine kosovare, ma italiano al 100%. Nivokazi fa parte del floridissimo vivaio dell’Atalanta, già convocato nell’Under 16 di Zoratto, sta suscitando l’interesse di più di un club europeo. Manchester City e Ajax avrebbero messo gli occhi su Nivokazi, che sta segnando a raffica nel campionato Allievi, il 2000 è già un po’ lontano, il futuro invece è già qui con Kean e i suoi fratelli.

  •   
  •  
  •  
  •