Lapadula e Rugani in Nazionale: perchè?

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui
Lapadula
L’attaccante del Milan e il difensore della Juventus rientrano nella lista dei convocati di mister Giampiero Ventura per le prossime partite in Nazionale contro Liechtenstein e Germania.

In realtà Lapadula in Nazionale non era la prima scelta del mister, ma poi con l’infortunio di Manolo Gabbiadini del Napoli, il prescelto è stato proprio lui, così come Davide Astori della Fiorentina ha sostituito Andrea Barzagli della Juventus, anche lui rimasto vittima di un infortunio; invece Rugani è stato convocato come prima scelta.

E se la convocazione di Astori è del tutto meritata, viste le grandi prestazioni in maglia viola, certo non si può dire per Lapadula e Rugani, che di campo, in questo primo terzo di campionato, ne hanno visto poco, pochissimo.
E allora come si spiegano queste convocazioni?

Sicuramente le loro squadre di appartenenza (Milan e Juventus non a caso) incidono parecchio, altrimenti la convocazione per entrambi sarebbe inspiegabile.

Se avessero giocato in squadre come Chievo o Crotone, totalizzando le stesse statistiche, qualcuno ne avrebbe mai sentito parlare? Certamente no.  E in effetti anche le statistiche parlano chiaro: andiamo a leggerle insieme…

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Così non andiamo da nessuna parte"

Gianluca Lapadula: Età 26 anni, Incontri giocati 6, da titolare 2, Minuti in campo 153,  gol 1, media gol 0,167 a partita

Daniele Rugani: Età 22 anni, incontri giocati 2, da titolare 2, minuti in campo 121, gol 1, media gol 0,50 a partita

Facendo un confronto con altri calciatori, ci accorgiamo che tanti altri attaccanti italiani hanno segnato più di Lapadula, (il che non era difficile visto che ne ha segnato solo 1), come ad esempio Petagna dell’Atalanta (con 3 gol e 2 assist), Destro del Bologna ( 3 gol ache se ora è infortunato), Borriello del Cagliari ( 5 gol), Melchiorri del Cagliari  (3 gol). 

Scorrendo questa mini classifica ci accorgiamo che l’attaccante del Milan è all’ultimo posto sia per reti fatte che per ovviamente media gol. 
E del resto la carriera di Lapadula parla per lui: l’anno scorso ha trascinato il Pescara alla promozione in Serie A a suon di gol, nè più nè meno di quello che sta facendo Pazzini a Verona. 
Inutile confrontare le due serie italiane, visto che tra la serie A e la B sembrano esserci non una, ma 3-4 categorie di differenze, tanto è vero che Pazzini in serie A è sempre stato un calciatore normale, se non mediocre.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo Turris streaming e diretta Tv Serie C

Ecco quindi che se Lapadula è balzato alla cronaca per una rete a Palermo di tacco, che ha portato i tre punti alla squadra di Montella, la Nazionale sembra uno sproposito, soprattutto per chi come lui, arrivato in massima serie a 26 anni e sconosciuto ai più, è stato pagato oltre 10 milioni di euro dal Milan in estate.

E allora quest’ultimo motivo ci sembra il più ovvio, dato che con solo un gol fatto, Lapadula in Nazionale è costato al Milan 10 milioni!

Discorso diverso per Rugani: il suo talento non è in discussione, soprattutto considerata la giovane età (22 anni). Anche lui ha giocato un grande anno ad Empoli, fino a finire a riscaldare la panchina per un anno e mezzo, giocando pochissime partite, contro squadre poco blasonate. E se davanti a lui ha una difesa che costituisce il punto di forza della Juventus, allora sì che è difficile rendersi protagonista.

Leggi anche:  Cruciani duro sulla morte di Maradona: "Non si può piangere per un cocainomane"

Il fatto che lui sia sempre convocato in Nazionale è un altro mistero, dato che il solo fatto che lui giochi nella Juve non può bastare a fargli vestire la maglia azzurra, soprattutto se c’è chi la merita di più (come Astori o tanti altri giovani bravi).

rugani
In conclusione, anche Ventura come i suoi predecessori, ha capito che per farsi voler bene dai tifosi azzurri ha bisogno di convocare i loro beniamini, che siano bravi o no.

E non illudiamoci poi se la Nostra Nazionale va a rotoli, anno dopo anno…

  •   
  •  
  •  
  •