Scroll to Top
HOT

Linetty: top star blucerchiata su France Football con Higuain e Ronaldo

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui

 

LinettyQualcuno aveva anche ironizzato sul cognome, tirando fuori il celebre “Carosello” dove il caratterista Cesare Polacco, nelle vesti di un investigatore, sentenziava di non aver mai fatto errori nella vita, salvo non aver usato una ben nota marca di brillantina: Linetti nell’occasione.
Karol Linetty, invece, ha già fatto capire al mondo blucerchiato che il suo arrivo non è stato un errore, ma un grande affare. Adesso, a certificarlo, arriva “France Football”, la prestigiosa pubblicazione transalpina che ogni anno  mette in fila i pretendenti al “Pallone d’Oro”.
Così, dopo la partita contro l’Inter, il polacco della Samp, approda nel Top Undici della rivista per quanto riguarda le prestazione dell’ultimo week end calcistico. E lo fa in grande compagnia: tra gli “italiani” sono con lui Gonzalo Higuain e Leonardo Bonucci. Se alla brigata ci aggiungete Cristiano Ronaldo, per tacere degli altri , vedete subito di quanto possano essere felici i tifosi della Samp. Insomma, fate voi, se non fa effetto leggere il nome del centrocampista di casa blucerchiata in questo undici stellare: Tom Heaton (Burnley FC); Niklas Suel (TSG 1899 Hoffenheim), Leonardo Bonucci (Juventus ), Michael Keane (Burnley FC); Victor Moses (Chelsea), Amir Abrashi (SC Freiburg), Karol Linetty (Sampdoria), Yannick Ferreira Carrasco (Atletico Madrid); Gonzalo Higuain (Juventus ), Anthony Modeste (1.FC Koeln), Cristiano Ronaldo (Real Madrid)  
Ma a far piacere, senza ombra di dubbio, anche la motivazione di “France Football”,  che inquadra la prestazione di Linetty alla luce della gara maiuscola messa in campo contro l’Inter “Cuore, abnegazione e la ricerca costante della soluzione migliore  per il centrocampista polacco della Sampdoria, come già era accaduto in occasione della vittoria nel derby dello scorso fine settimana. Linetty non ha mai smesso  di incombere sulle linee arretrate dell’Inter e ha offerto a Quagliarella la palla della vittoria (1-0) sui nerazzurri, domenica sera a Marassi”.france footballIn questa stagione il polacco,che ha soli 21 anni essendo nato il 2 febbraio del 1995, è stato un “semprepresente” o quasi, con 11 gare giocate e 874 minuti messi in campo oltre a 90 minuti in Coppa Italia. Un rendimento in crescita costante, testimoniato dal fatto che Giampaolo lo ha sostituito in una sola occasione  a gara in corso. E anche il suo valore di mercato ne ha risentito , tenuto contro che era giunto alla Sampdoria dietro pagamento di 3 milioni di euro, quotazione già notevolmente aumentata dopo queste prime prestazioni. Giampaolo non si è mai privato di lui, facendolo rifiatare solo contro la Juventus. Ma che il polacco sia uno che molla difficilmente la maglia da titolare, lo testimonia il fatto che nella sua sua squadra di origine, il Lech Poznan, giocò 112 gare con un bottino di 11 reti e ben 15 assist che sembrano essere una delle sue tante specialità insieme al dinamismo. In questa prima stagione di Sampdoria, di assist ne ha dispensati 2 in campionato ed uno in coppa Italia. L’ultimo della serie è stato proprio a Quagliarella, in occasione della marcatura contro l’Inter. In tema di nazionale ha già scalato tutte le categorie fino a giungere alla squadra maggiore con 12 presenze ed una rete all’attivo. E adesso la consacrazione che arriva da “France Football”. Insomma, un polacco che…non fa errori.

  •   
  •  
  •  
  •