Milan Inter, le pagelle. Suso e D’Ambrosio ottimi, Locatelli e Ansaldi da rivedere

Pubblicato il autore: giammarco bellotti Segui

milan inter

Milan Inter, le pagelle di una partita di calcio sono un momento molto soggettivo, soprattutto a caldo dopo un match. Per questo motivo abbiamo ritenuto una scelta migliore pubblicarle il giorno seguente, dopo aver rivisto il match.

MILAN INTER, LE PAGELLE

MILAN

DONNARUMMA 6. Sbanda parecchio quando ha il pallone tra i piedi e deve impostare l’azione, soprattutto nel primo tempo. Compensa con grandissima sicurezza sulle uscite.
ABATE 5,5. Il terzino del Milan soffre tantissimo Perisic nel primo tempo, mentre nel secondo tempo sale di livello. Troppo poco però.
GOMEZ 6,5. Doveva essere il punto debole del Milan e invece non ha sicuramente sfigurato. Icardi non ha praticamente toccato palla, sia quando veniva marcato dal difensore paraguayano che quando si spostava nella zona di Paletta. I derby, per carica agonistica, sono le sue partite.
Paletta 6,5. Il suo tiro masticato da 30 metri è la cosa più brutta del derby. Invece, quando difendo lo fa in modo ordinato e con solamente qualche piccola sbavatura.
De Sciglio 5,5. Appena indossa la maglia rossonera si ritrasforma in un agnellino.
Locatelli 5. Giocherebbe anche una buona partita in fase d’interdizione, se non fosse che entra negativamente nelle azioni dei 2 gol dell’Inter. Nel gol di Candreva si lascia cadere per terra, perde tempo a protestare lasciando lo spazio libero di tiro all’esterno interista. Sul gol del pareggio si perde Perisic.
Kucka 5,5. Partita di attenzione ed equilibrio, ma ci si aspetta molto di più da uno con una forza fisica del genere, soprattutto in un match di alto livello nervoso.
Bonaventura 7. Personalità e grandissime accelerazioni lo consacrano il padrone del centrocampo. E’ lui il vero leader del Milan.
Pasalic-Mati Fernandez SV. Troppi pochi minuti e palloni toccati per una valutazione. Anche se il primo, su assist del secondo, avrebbe potuto realizzare il clamoroso 3-2.
Niang 5,5. Partita di contenimento la sua, anche da lui ci si aspettava molto di più.
Bacca 6. Partita di sacrificio quella del colombiano, che deve fare a sportellate da solo con tutta la difesa nerazzurra. E’ poco servito, ma ha il merito di lavorare un buon pallone in occasione del 2-1.
Lapadula 6. Entra in campo e si mangia l’erba. L’impressione è che la grinta ci sia, la qualità un po’ meno.
Suso 7,5. E’ l’uomo derby, una doppietta fantastica che poteva regalare la vittoria al Milan. Corre, pressa, difende e inventa: partita quasi perfetta.

Leggi anche:  Primavera 1, andata play-out: Lazio-Bologna 1-1

INTER

Handanovic 6. Il Milan calcia 3 volte in tutta la partita e fa 2 gol: non può comunque farci nulla Samir.
Ansaldi 5. Soffre maledettamente Suso e costringe Pioli a sprecare un cambio per non rimanere in 10. Inizio traumatico di stagione per l’argentino.
Medel 6,5. Fino a quando è rimasto in campo ha limitato Bacca, cosa non facile. Sfortunato in occasione dell’infortunio.
Miranda 5,5. Il brasiliano non può assolutamente farsi ridicolizzare da Suso come in occasione del secondo gol. Peccato, in nazionale era stato perfetto contro Higuain, Messi e Aguero.
Murillo 5,5. Qualche sbavatura e la costante sensazione che possa combinarne una da un momento all’altro.
D’Ambrosio 6,5. Partita di spessore per l’ex Torino. Spina nel fianco della difesa rossonera non rischia praticamente niente contro Niang. Bellissimo il suo cross per Perisic nella prima frazione.
Nagatomo 5,5. Entra e non fa nulla in più di Ansaldi, ma almeno limita (uno stanco) Suso.
Brozovic 5. Anch’egli in nazionale era stato super. Ieri sera ha sbagliato praticamente tutto.
Kondogbia 5,5. Contrasta bene la fisicità di Kucka ma sbaglia moltissimo in fase di impostazione, probabilmente perché sa usare solamente il piede sinistro.
Joao Mario 6,5. Prestazione ottima, tendente al 7 se dall’altra parte non ci fosse stato Bonaventura. E’ lui il faro del centrocampo dell’Inter.
Jovetic 6. Sbaglia molto, ma esce sempre a prendersi il pallone e lavora per la squadra. Giocando e mettendo benzina nelle gambe potrebbe rivelarsi utile.
Candreva 6,5. Gol fantastico e cucchiaio smarcante per Perisic sono le due cose più belle dell’intero match. Rovina tutto con ben 7 cross sbagliati.
Icardi 5. Serata no. Si estranea e lo estraneano dal gioco.
Perisic 6,5. Prestazione non indimenticabile, ma quando c’è da segnare contro le big il croato c’è sempre: sicurezza.

  •   
  •  
  •  
  •