Emanuelson: “Milan la scelta peggiore della mia carriera”

Pubblicato il autore: fabia

emanuelson
Parliamo di Milan e delle sue sorti future, ecco le parole di Silvio Berlusconi a Cartabianca su rai tre in questi giorni in merito alle trattative: “È già venduto ci sono delle difficoltà per acquirenti che sono persone serie che hanno dei posti di valore nell’economia cinese di avere autorizzazioni per le esportazioni di capitali all’esteri. Il closing è fissato per il 13 dicembre se per caso queste autorizzazioni non sono arrivate e noi avessimo certezza del deposito dei capitali non abbiamo nulla in contrario a rinviare il closing di un mese un mese e mezzo”

Ci saranno altre novità di qui al 13dicembre? Chissà…ma continuiamo a parlare di Milan e scopriamo una doppia brutta notizia! Mati Fernandez e Bonaventura escono malconci dalla sfida contro l’Empoli, entrambi costretti a saltare la sfida di domenica contro il Crotone. Il comunicato apparso sul sito del club rossonero afferma proprio così: “AC Milan comunica che dopo esami strumentali effettuati oggi, si è stabilito che Giacomo Bonaventura ha subito una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Mati Fernandez, invece, ha riportato una lesione sempre di primo grado del muscolo adduttore della coscia destra. Entrambi i calciatori verranno controllati tra 7 giorni”.

Leggi anche:  Asta di Riparazione Fantacalcio 2023, i giocatori da acquistare: ecco i consigli, top e sorprese!

Insomma è una fase di controlli e di stasi per questa squadra che da sempre riveste un ruolo importante nelle classifiche e nei vari campionati.

A completare il quadro non completamente roseo di questa squadra, ci si mette anche il giocatore Urby Emanuelson, che in nessuna squadra della sua carriera ha brillato con le sue dichiarazioni:

“ Non andare a giocare in Italia. Parlo dell’Italia calcistica, non del Paese. Lì il calcio è politica, non sempre giocano i migliori, contano altri fattori. Ad esempio essere nel giro giusto, in termini di amicizie e conoscenze. Milan? Ero il ragazzino, con un sacco di campioni. Pirlo, Ibra, Nesta, Thiago Silva, Seedorf, Van Bommel. Gli ultimi due mi hanno aiutato molto, c’era concorrenza fortissima ma sana. Se davi il massimo, prima o poi saresti stato premiato. Ho raccolto più di 100 gare nel Milan, non credo di essere così scarso, pur se negli ultimi anni molti hanno ritenuto il contrario”.

Leggi anche:  Billy Costacurta: "Calciatore costoso ma non all'altezza. I risultati si dimostrano sul campo"

Come mai questo accanimento contro il Milan?

Pare che il giocatore si sia trovato bene solo i primi mesi, poi il nulla, l’anonimato e il continuo girovagare.  Ciò che in parte “consola” è che  il commento del giocatore relativo alla Serie A è sempre lo stesso per tutti, sconsiglia a tutti i giovani di venire in Italia, come ha rivelato recentemente a Voetbal International.

Questo il suo commento sulla Roma:” Roma, squadra da cani: “Pessima scelta, nella settimana in cui fui preso arrivarono in 6. Non si trattava più di competizione, ma di sopravvivenza. Mi ritrovavo in tribuna, vedevo la squadra giocare da cani, ma non cambiava niente. Garcia mi diceva di avere pazienza. Poi, al momento dei cambi, sceglieva sempre qualcun altro. Spiegazioni zero, consigli su cosa migliorare, meno di zero”.

Leggi anche:  Keita risponde a Icardi: "Non vogliamo essere accostati a voi"

Prosegue affermando ancora: “Il calcio è un’ambiente ipocrita, è difficile avere amicizie e incontrare gente di cui ti puoi fidare. Per non parlare delle etichette: de Boer era inadatto al calcio italiano già dopo poche ore dal suo arrivo… Elia alla Juve? Bidone, ma forse schierare un’ala come esterno in un 3-5-2 non è il modo migliore per esaltare le sue caratteristiche, e magari non è colpa del tecnico, se lui gioca con un modulo e poi gli arrivano giocatori con altre caratteristiche”.

Insomma non se ne esce, questo giocatore è particolarmente polemico con l’Italia e le sue affermazioni parlano chiaro, confidiamo in giorni migliori per il calcio italiano!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: