Napoli- Lazio: analisi e curiosità

Pubblicato il autore: matteo platania Segui

1964518-41285856-640-360
Il match che ha visto protagonisti da una parte il Napoli e dall’ altra la Lazio, ha aperto le danze alla 12 giornata di serie A.
Prima di analizzare partita e rivelare curiosità su queste 2 squadre, ripercorriamo le loro ultime 3 partite prima del fischio d’ inizio di quest’ ultima partita.
Il Napoli di Sarri, nelle ultime 3 giornate di serie A, è riuscita a portare a casa ben 6 punti, battendo Crotone e Empoli, ma perendo contro la Juventus, mentre la Lazio 7 punti, sbaragliando Cagliari e Sassuolo, ma non andando oltre il pareggio contro il Torino.
Negli ultimi confronti tra le due squadre, quella che ha avuto la meglio è stata il Napoli: 5 vittorie su 6 match disputati.
La partita, per le due, era molto significativa in quanto rappresentava una chance di superare la Roma, per la Lazio e di volare sola al secondo posto; mentre per il Napoli poteva, in caso di vittoria, l’ occasione per agguantare la Roma e tornare al secondo posto. Queste ipotesi, ovviamente, sono parziali in quanto la squadra di Spalletti, ora come ora, deve ancora disputare il match contro il Bologna in caso.
Queste le formazioni scese in campo nella partita Napoli- Lazio:
Squadra di casa, scesa in campo con il modulo (4-3-3) , si è schierata con Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.
La Lazo di Inzaghi, con il modulo (3-5-2), ha visto protagonisti Marchetti; Wallace, Hoedt, Radu; Anderson, Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Keita.
Immediatamente tra le due squadre vi è un infiammato botta e risposta: alle azioni dei bianco- celesti, rispondono quelle della formazione partenopea.
E’ subito il neo acquisto Immobile ad impegnare il portiere avversario, ma dopo una manciata di secondi, sul fronte opposte, Mertens scalda i guantoni di Marchetti, impegnandolo con una sublime conclusione, che termina sul fondo.
Napoli prova a imporre il proprio gioco, ma gli avversari sembrano fare catenaccio in difesa, non permettendo brillanti conclusioni e iniziative interessanti.
La Lazio non si arrende e si affida a Keita e Immboile per trovare il gol, ma manca la convinzione e la cattiveria giusta; anche sul fronte opposto, Insigne e Mertens provano a sbloccare la partita, ma con scarsi risultati.
La partita prende una svolta decisiva al minuto 50, quando Ghoulam passa il pallone ad Hasmsik, il quale, dopo una gran giocata, spedisce la sfera alle spalle di Marchetti.
Il San Paolo esulta, ma la gioia dura solamente 4 minuti, quando il senegalese Keita Balde pareggia i conti.
Enorme la rabbia del tecnico azzurro, che con pugno distrugge la panchina. La formazione partenopea non si dispera e inizia a tirare da ogni posizione e con qualsiasi calciatore: prima Hamsik prova a ripetersi al minuto 56 e, 6 minuti dopo, Hysaj, con un gran tiro dalla lunga distanza, prova a piegare le mani di Marchetti, ma il portiere bianco celeste non si fa sorprendere.
Sarri prova a vincere il match, schierando un altro giocatore offensivo: Gabbiadini, togliendo dal palcoscenico un Insigne sotto tono. Inzaghi, invece, pensa a difendersi, passando a una difesa a 4.
Gabbiadini prova ad esaltare le sue doti, ma i palloni giocabili si contano sulle dite, allora è tempo di El Kaddouri, inserito al posto di Callejon.
Djordjevic sostituisce Keita per alzare il baricentro della squadra in finale di partita.
Napoli- Lazio finisce 1-1: rimpianto per la squadra di Sarri, gioia, invece, per quella di  Inzaghi. Partita dinamica, per nulla noiosa, occasione da una parte e dall’ altra. I padroni di casa, dopo il momentaneo, allentano la concentrazione, permettendo il pari degli avversari. Hamsik, a fine partita, viene applaudito dalla tifoseria.
La squadra di Spalletti può tirare un sospiro di sollievo, non vedendosi scavalcare o raggiungere dagli avversari, e può affrontare stasera il match contro il Bologna con maggior serenità.

Leggi anche:  Tacconi ricorda: "Maradona mi ha fatto prendere tante multe. A Napoli mi davano sempre del cornuto"
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,