Pazza Inter, ma un po’ troppo pazza

Pubblicato il autore: Beniamino Gentile
MILAN, ITALY - SEPTEMBER 15:  FC Internazionale players line up prior to the UEFA Europa League match between FC Internazionale Milano and Hapoel Beer-Sheva FC at Stadio Giuseppe Meazza on September 15, 2016 in Milan, Italy .  (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

MILAN, ITALY – SEPTEMBER 15: FC Internazionale players line up prior to the UEFA Europa League match between FC Internazionale Milano and Hapoel Beer-Sheva FC at Stadio Giuseppe Meazza on September 15, 2016 in Milan, Italy . (Photo by Claudio Villa – Inter/Inter via Getty Images)

Sono un tifoso interista, lo ammetto, e avere il coraggio di scrivere queste frasi, è un gesto eroico, sovrumano, che solo in pochi possono compiere. Ogni tanto provo ad elogiarmi, se permettete.
L’Inter, anche questa sera, si è dimostrata pazza, ma in senso negativo. Nonostante lo 0-2 iniziale firmato Icardi-Brozovic, la squadra nerazzurra si è voluta complicare la vita, entrando nel secondo tempo con la stessa voglia che ha un ragazzo di 15 anni di voler studiare 50 pagine di Storia; quindi, rendetevi conto con quale stato d’animo.
Una squadra svogliata, forse troppo sicura del risultato che si stava materializzando, o per altri motivi, ha permesso all’Hapoel di rimontare 3 gol, permettendo loro di tenere viva la speranza di una qualificazione che nessuno avrebbe mai pronosticato.
Molti tifosi si sono scatenati sui social. Hanno ragione, loro ci mettono anima, soldi per poter andarli a vedere, e credo che non siano stati tanto contenti quando hanno visto la propria squadra perdere in casa contro il Cagliari, pareggiare con Bologna e Palermo. Anzi, sono quasi sicuro che, per qualche attimo, hanno provato a chiedere anche il rimborso del biglietto, pur di non vedere spettacoli di questo genere.
In realtà, cambiare allenatore non serviva. Pioli non può far molto. I problemi dell’Inter hanno radici molto lontane; in particolare da questa estate, con Mancini e società che non sono riusciti a trovare un accordo, un intento in comune, affinché la strada potesse continuare insieme. Ma attorno alla società, circolano voci inerenti a Simeone, anziché soffermarsi sul presente, mostrando poco rispetto per un allenatore che svolge il proprio lavoro in maniera seria e che ha come obiettivo quella di farla riprendere dal punto di vista sportivo.
Una preparazione atletica a dir poco deficitaria, con una squadra che riesce a tenere alti ritmi per soli 50 minuti, come questa sera, per cui non c’è alcun allenatore che possa fare molto. Penso che anche un Mourinho, tanto amato dai noi interisti, incontrerebbe non poche difficoltà.
E, se oltre a questi problemi, si pensa che gli stessi giocatori siano stati tali da mettersi contro De Boer, il quale veniva lodato dalla stampa per aver battuto la Juventus, che il clima raggiunge un livello di depressione stile leopardiano; la stessa stampa che, fino a due giorni prima, in particolare la Gazzetta dello Sport, intitolava la prima pagina “Inter, ma non ti vergogni?” per aver perso in casa contro l’Hapoel Beer Sheva. Ma in Italia, la stampa cambia idea molto velocemente, questo è cosa nota, per cui non mi sono mai stupito di tutto ciò.
L’Inter è fuori dall’Europa League. Primo obiettivo stagionale sfumato, ammesso e concesso che la società abbia mai avuto degli obiettivi.
Dal mio punto di vista, una società che esonera Mancini il 10 agosto, ingaggia un allenatore che non ha mai allenato in Serie A, De Boer, per poi esonerarlo qualche mese più tardi, senza accorgersi che anche i giocatori non mettevano in campo il giusto atteggiamento, non ne ha mai avuti.
Ora avrà a disposizione campionato e Coppa Italia, con l’obiettivo di risalire in classifica, anche perché, una rosa di quel tipo, non può stare a pari punti del Chievo, sotto Atalanta e Lazio (sempre con tutto il rispetto che si deve a queste società, che stanno compiendo dei veri e propri miracoli).
E chissà, se vincendo la Coppa Italia, ed ottenere un quarto-quinto posto, non possa salvare a metà questa stagione..

Leggi anche:  Paolo Bargiggia in esclusiva a SN: "Zaniolo, pessima gestione della Roma. Vi svelo un retroscena sul calciomercato del Napoli"
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: