Roma – Viktoria Plzeň, le DICHIARAZIONI postpartita: partita dominata per Spalletti, Dzeko uomo squadra

Pubblicato il autore: Masi Vittorio

AFP_G68AE-201-kkf-U17066779709O3H-620x349@Gazzetta-Web_articolo
Spettacolare prestazione dei giallorossi all’Olimpico. Gli uomini di Luciano Spalletti battono il Viktoria Plzeň per 4-1 e si qualificano ai Sedicesimi di Finale. Da incorniciare la rete di Diego Perotti, che con una rabona ha fatto stropicciare gli occhi ai tifosi giallorossi. Assieme alla Fiorentina, quindi, la Roma prosegue la sua avventura in Europa. Eliminate, invece, Inter e Sassuolo.

DICHIARAZIONI

Luciano Spalletti:  “Partita stravinta, ma se avessero segnato nell’occasione della parata di Alisson sarebbe stato difficile portare a casa il risultato. Bisogna sudare sempre, soprattutto in campo europeo, ma abbiamo disputato una buona partita. Salah in allenamento è più sicuro, mentre nella situazione reale, con l’emozione e la pressione, paga un po’ e sbaglia qualcosa. Qualche volta dovrebbe tirare anche con il destro. Fazio e Rudiger hanno giocato molto bene, ogni tanto ci abbassiamo troppo e concediamo campo ai nostri avversari. Il gol subito? Quando la palla è laterale dobbiamo posizionarci meglio in area di rigore per vedere meglio il pallone e l’attaccante“.

Leggi anche:  Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia

Antonio Rudiger: “Sono contento di aver difeso bene e aver avuto una buona intesa con Fazio. Il cross? Sono stato fortunato ma è stato bravo Edin. Potevamo chiudere la partita prima, ma possiamo essere soddisfatti. Certo si possono fare tanti gol e prenderne meno, ma stasera possiamo essere contenti. Cosa serve per subire zero gol? Dobbiamo difendere meglio per concedere pochissime azioni agli avversari. Dzeko ti ha ringraziato per l’assist? A Bergamo ho fatto la mia prima intervista in italiano ed è andata bene. Oggi sono stanco ma anche timido per questo preferisco l’inglese. Su Dzeko ormai pensa di essere il più forte e non ringrazia più“.

Edin Dzeko: “Non è stata una partita particolarmente difficile. Loro sono una buona squadra ma hanno avuto solo due occasioni: nel primo tempo hanno segnato, nel secondo è stato incredibile Alisson. Ho fatto un bel gol, probabilmente il più bello da quando sono in Italia ma non ne sono sicuro. Mi sento molto bene, oggi era importante vincere per passare il turno. Non sono un giocatore che aspetta solo la palla in area di rigore, mi piace giocare con i compagni e arretrare la mia posizione per scambiare con i compagni. A Bergamo abbiamo subito una brutta sconfitta, ma dobbiamo guardare avanti e pensare al futuro. Domenica c’è una partita importante da vincere“.

Leggi anche:  Asta di Riparazione Fantacalcio 2023, i giocatori da acquistare: ecco i consigli, top e sorprese!

Pivarnik: “Penso che la Roma si sia meritata la qualificazione al prossimo turno. Noi purtroppo avevamo parecchi infortunati: dei 6 difensori ne avevamo a disposizione solo 3 oggi. Dovevamo cambiare un po’ la formazione e i ruoli: perciò abbiamo giocato con il 4-5-1. Abbiamo saputo contrastare le occasioni dell’avversario, riuscendo a segnare anche un gol. Abbiamo preso un po’ di rischi, cambiando un po’ la disposizione in campo, giocando così con il 4-4-2. Purtroppo diverse volte abbiamo perso palla e alla fine l’avversario ci ha punito ed è riuscito a segnare quindi per farla breve la vittoria della Roma è meritata.

  •   
  •  
  •  
  •