Serie A 2016/17, il Bologna fa la conta in vista del match contro il Palermo

Pubblicato il autore: andrea nervuti

Bologna02Tra gli anziani che giocano a briscola in osteria c’è un detto che più di tutti spiega l’errore banale seguito dalla malasorte: “Oh, le carte poi si ribellano!”. Come a dire “avevi l’opportunità e l’hai sprecata, non lamentarti se adesso peschi solo degli scartini”.

Vero. Anzi, verissimo.

Trasportiamo questo pensiero dalla bisca davanti ad una bottiglia di lambrusco, ad un rettangolo verde. Il Bologna ha buttato via letteralmente 4 o 5 punti in questo primo quarto di stagione. 2 nitidi contro il Sassuolo (traversa di Torosidis a porta vuota, errore grossolano di Krejci a tu per tu con Consigli e per finire gol del pari subito da polli a tempo quasi scaduto).

Probabilmente altri 2 a Roma contro la Lazio. È vero che i biancocelesti avevano dominato, ma è anche vero che quella palla al novantaseiesimo (96’!!) tra Adam e Marios doveva finire al foro italico invece che consentire al seppur accecato arbitro di fischiare un calcio di rigore (per altro inesistente). Risultato finale: 1 a 1. Aggiungiamoci che perdere la partita casalinga contro il Genoa in quel modo (finendo il match in 9) è da censura, che a Verona il gol del pari clivense è stato siglato dal bolognese Mbaye e che quello che ha sbloccato il match dell’Olimpico contro la Roma è figlio di una sfortunata deviazione di Masina (altrimenti la palla sarebbe arrivata lemme lemme fra le braccia di Da Costa) ed il conto è presto fatto.

Leggi anche:  Flamengo-Al Hilal, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Mondiale per club

Ora, si fa presto a decretare come “fasulla” la classifica attuale dei rossoblù. 13 punti in 12 partite, ma senza dubbio sarebbero dovuti esser 17 o forse 18, che tradotto significa altissima classifica. E siccome, proprio come nelle carte, spesso la sfortuna sia abbatte contro chi dilapida le sue occasioni, ecco a voi la lista degli infortunati felsinei a pochi giorni dal match importantissimo contro il Palermo.

  • Di Francesco – lesione ai flessori della coscia sinistra. Rientro previsto: 5 Dicembre (Udinese vs Bologna)
  • Helander – lombalgia acuta. Rientro previsto: 5 Dicembre (Udinese vs Bologna)
  • Maietta – lesione ai flessori della coscia sinistra. Rientro previsto: 5 Dicembre (Udinese vs Bologna)
  • Mirante – problema cardiaco. Rientro previsto: ancora non calcolabile.
  • Sadiq – Distorsione al ginocchio. Rientro previsto: 27 Novembre (Bologna vs Atalanta)
  • Verdi – Operazione alla caviglia. Rientro previsto. Metà febbraio.
Leggi anche:  Al Ahly-Real Madrid, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Mondiale per club

Il tutto condito dalle precarie condizioni di Mattia Destro, reduce da un lunghissimo stop. Ecco, capite bene che Donadoni dovrà affrontare il momento clou della stagione (Palermo e Atalanta in casa, poi trasferta di Udine, infine Empoli al Dall’Ara e Pescara all’Adriatico prima della sosta natalizia) con la coperta cortissima. Per questo, tornando al discorso delle carte, aver cestinato così tanti punti adesso diventa un

Ipotizzo un undici titolare a 5 giorni dal fischio d’inizio del decisivo match contro i siciliani.

4-3-3. Da Costa; Krafth, Gastaldello, Marios, Masina; Dzemaili, Nagy, Taider; Krejci, Destro, Rizzo.

Con tre probabili ballottaggi: Marios – Ferrari, Rizzo – Mounier;  Masina – Torosidis, coi primi favoriti sui secondi. In ogni caso, il Bologna dovrà trarre forza dal momento di difficoltà e sentire l’odore del sangue. Ci sarà il grande ritorno di Alino Diamanti sotto la torre di Maratona, ma questo non avrà importanza; serviranno i tre punti per tornare in linea con le aspettative del presidente Joy.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: