Tragedia Chapecoense, come ripartirà lo sfortunato “Chape”? La proposta dei club brasiliani

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
CydCoBIWEAASz0d
La tragedia della Chapecoense ha sconvolto il mondo del calcio, non soltanto quello brasiliano. La drammatica fine della squadra brasiliana e di gran parte del suo staff tecnico, deceduti insieme a giornalisti, equipaggio ed assistenti di volo dell’aereo ( 75 i morti dello schianto) che stava accompagnando la Chapecoense a Medellin per disputare la gara d’andata della finale di Copa Sudamericana contro l’Atletico National, ha sollevato una schiera innumerevole di messaggi di cordoglio e sentimenti di vicinanza nei confronti dello sfortunatissimo club brasiliano espressi da tantissimi club di tutto il mondo. Tragedia Chapecoense, adesso quale futuro? – L’immane tragedia ha di fatto cancellato la Chapecoense. Ma oltre dolore immenso per quanto avvenuto il triste epilogo della squadra brasiliana ha fatto partire una vera e propria corsa alla solidarietà.  Dopo solo la richiesta di assegnare la Copa Sudamericana alla memoria alla Chapecoense anche le società del Brasileirão hanno deciso di fare fronte comune per dare supporto allo sfortunato club ed evitare che, oltre alle conseguenze umane della tragedia, sia costretto a scontare anche quelle sportive.  I principali club del campionato brasiliano, tra cui Palmeiras, Corinthians, Santos e San Paolo,hanno scritto una nota congiunta nella quale si fanno promotori presso la CBF, la federcalcio brasiliana, di una serie di misure di solidarietà da attuare a favore della Chapecoense.Tragedia Chapecoense, la nota dei club brasiliani

Leggi anche:  Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia

 “Essendo consci dei danni irreparabili causati da questo terribile evento, i club capiscono che questo è il momento dell’unità, del supporto e dell’assistenza alla Chapecoense-. In questo senso, le società hanno stabilito queste misure di solidarietà per la Chapecoense: prestito gratuito dei giocatori per la stagione 2017 (in Brasile il campionato si disputa nell’anno solare); e formale richiesta alla Cbf (la federcalcio brasiliana) per fare in modo che la Chapecoense non possa retrocedere in Serie B del campionato per le prossime tre stagioni. Se la Chapecoense dovesse finire il campionato tra le ultime quattro in classifica, a retrocedere sarebbe la 16ª classificata. Si tratta di un gesto minimo della solidarietà che possiamo fare in questo momento – concludono i club brasiliani -, ma con l’obiettivo sincero di ricostruire questa società e la parte di calcio brasiliano che oggi è andato perduto”.

Leggi anche:  Dove vedere Milan-Juventus Primavera, streaming gratis e diretta tv in chiaro?

Inoltre il Palmeiras, che proprio contro la Chape, domenica scorsa, aveva festeggiato la conquista del suo nono scudetto, ha chiesto e ottenuto di poter indossare la maglia dello sfortunatissimo club nell’ultima gara di campionato (l’11 dicembre, contro il Vitoria).

  •   
  •  
  •  
  •