Tragedia Chapecoense: le ipotesi del disastro e le condizioni dei feriti. Aggiornamenti

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
Tragedia Chapecoense, soccorritori sul luogo dello schianto

Tragedia Chapecoense, soccorritori sul luogo dello schianto

Il giorno dopo la tragedia aerea che ha provocato la morte di 71 persone in Colombia, ponendo di fatto fine ai sogni della formazione brasiliana della Chapecoense,  si inizia ad affrontare il difficile nodo delle indagini che dovranno accertare i motivi che hanno portato allo schianto dell’aereo sul quale viaggiavano 77 persone ed avvenuto a pochi chilometri da Medellin, in Colombia. Tragedia Chapecoense, le indagini – Ieri le squadre di soccorso impegnate sul luogo della sciagura hanno ritrovato le due scatole nere dell’aereo. Da queste partiranno tutte le indagini delle autorità colombiane per cercare di trovare le cause dell’incidente che spento 71 vite e con loro i sogni di migliaia di tifosi della Chapecoense.
Al momento le ipotesi più accreditate sono due: il guasto elettrico o l’esaurimento del carburante. Quello che si sa è che il volo 2933 della compagnia Lamia aveva lanciato un segnale d’emergenza per problemi all’impianto elettrico del velivolo. In base alle prime informazioni raccolte sembra che il volo si sia visto rifiutare la richiesta di atterraggio prioritario. Ed ecco quindi spiegato il possibile esaurimento del carburante avvenuto nell’attesa di ricevere l’ok per atterrare. A dare forza all’ipotesi dell’assenza di carburante diversi fattori: la bassa velocità registrata dalla torre di controllo di Medellin e la mancata esplosione dell’aereo al momento dello schianto.  Il saldo definitivo è di 71 morti (di cui 20 giornalisti, 8 dirigenti, 17 membri dello staff tecnico e 19 giocatori) e 6 sopravvissuti (2 membri dell’equipaggio, 3 giocatori e un giornalista).
Intanto notizie drammatiche giungono dagli ospedali in cui si trovano ricoverati i superstiti. Il portiere Jakson Follmann, 24 anni, ha subito l’amputazione della gamba destra. I medici dell’ospedale colombiano Ximena Suárez, dove il giocatore è ricoverato, hanno fatto sapere che Follmann si trova in terapia intensiva e che le sue condizioni adesso sono stabili.  Per quanto riguarda gli altri due giocatori ricoverati le loro condizioni sono stabili ma gravi. Il terzino Alan Ruschel, 27 anni, ha riportato la frattura della decima vertebra ed una lesione spinale, mentre il difensore Helio Zampier Neto, 31 anni, versa in gravi condizioni a causa di un trauma cerebrale e fratture esposte degli arti.

Leggi anche:  Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia
La Chapecoense avrebbe dovuto disputare oggi la gara d’andata della finale di Copa Sudamericana contro l’Atletico National di Medellin. Dopo la richiesta del club colombiano di assegnare il trofeo alla Chapecoense anche i club brasiliani hanno chiesto l’attuazione di una serie di misure di solidarietà a favore della Chape.
  •   
  •  
  •  
  •