UEFA Youth League, fase a gironi: il Napoli vince ad Istanbul, Barcellona vittorioso in casa del City

Pubblicato il autore: Lorenzo Segui

imageUEFA YOUTH LEAGUE: OGGI SONO SCESE IN CAMPO SEDICI SQUADRE PER LA QUARTA GIORNATA DELLA FASE A GIRONI. VINCE IL NAPOLI

È arrivata nel primo pomeriggio la prima vittoria in UEFA Youth League per il Napoli.
La formazione Primavera, allenata da Giampaolo Saurini, è uscita vincitrice dalla sfida di Istanbul contro il Besiktas.

Il Napoli è sceso in campo con il consueto 4-3-3: formazione titolare, ad eccezione del portiere Marfella, che ha sostituito Schaeper.
Il Besiktas ha risposto con un 4-5-1: Akinci in porta, difesa a quattro con Gunduz, Yamac, Aksoy e Celebi. Centrocampo folto formato da Enes, Karagoz, Eslem Ozturk, Eray e Apardi, dietro al numero nove Muhammed Ozturk.

Partenza aggressiva per i ragazzi di Saurini, passati in vantaggio dopo appena 12′ grazie ad un rigore trasformato dal bomber azzurro Antonio Negro.
Al 34′, il direttore di gara Papir (Federazione Israeliana) estrae il primo cartellino giallo ai danni di Acunzo.
Tre minuti più tardi, il Besiktas ha l’opportunità di pareggiare con il capitano Eslem Ozturk, che però fallisce dagli undici metri.
Negli ultimi istanti di primo tempo, si innervosisce il match ed aumentano le scorrettezze: nel giro di 180 secondi, ammoniti Karagoz, Eray e Gunduz.

Prima frazione di gioco dominata dal Napoli, mentre il secondo tempo è stato gestito ottimamente dai ragazzi di Sulun, che nonostante un’alta percentuale di possesso palla ed un buon numero di tiri non sono riusciti a trovare il gol.
Al 50′ Schiavi si vede estrarre nei proprio confronti un cartellino; lo stesso succede 19′ dopo a Enes.
Al 73′ arriva la prima sostituzione: Saurini toglie Antonio Negro ed inserisce il classe ’99 Antonio Della Corte, anch’egli attaccante come il compagno sostituito.
Arriva un cambio anche per il Besiktas, che non riesce a trovare il gol del pareggio.
Nel frattempo Saurini fa entrare in campo anche Esposito e Riccio per Liguori e Acunzo.
Dopo ben sei minuti di recupero, arriva il triplice fischio: IL NAPOLI VINCE AD ISTANBUL!

Leggi anche:  Lazio in lutto: è morto il portavoce Arturo Diaconale

Nello stesso girone di Napoli e Besiktas, ci sono anche Benfica e Dinamo Kiev, che si sono sfidate al Caixa Futebol Campus di Seixal.
Partono forte i portoghesi: Sequeira realizza un calcio di rigore e al minuto 18 sblocca il risultato.
La reazione della Dinamo arriva ad inizio secondo tempo, quando il giovane Lednev trova il pari al 47′.
Gli ospiti restano in 10 uomini al 58′, con Kaliuzhnyi che viene espulso per doppia ammonizione.
Secondo rigore di giornata all’86’, ma questa volta a favore della Dinamo Kiev: Alibekov si presenta davanti a Duarte e non sbaglia, regalando alla propria squadra una preziosissima vittoria, che la qualifica al turno successivo e la proietta in testa al girone con sei punti di vantaggio su Benfica e Napoli, rientrato prepotentemente in corsa per la qualificazione.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

Alle 12, in contemporanea con il Napoli, è sceso in campo, migliaia di chilometri più ad ovest, l’Atletico Madrid, che ha regolato i russi del Rostov per 1-0: marcatore il giovanissimo Giovanni Navarro, che ha trovato il gol nemmeno un minuto dopo il suo ingresso in campo al posto di Ballesteros.
Questa sconfitta condanna il Rostov, ultimo in classifica a zero punti, all’eliminazione.

Nello stesso girone il PSV che, come da pronostico, non ha avuto particolari problemi nel battere il Bayern Monaco: un autogol del terzino sinistro Friedl nel primo tempo ed il gol di Verreth al 68′ permettono agli olandesi di allungare in classifica (mancano ancora diversi punti, però, per la matematica qualificazione al turno successivo) sulle inseguitrici.

Passeggia il Borussia Moenchengladbach sul campo ‘amico’ contro il Celtic.
A Fohlenplatz è show di Schikowski, man of the match senza ombra di dubbio.
Attacca il Celtic: all’11’, il portiere Langhoff commette fallo e viene ammonito. Calcio di rigore per gli ospiti: dal dischetto si presenta Hendry, che spiazza l’estremo difensore avversario e trova l’1-0.
Il 18enne centrocampista Schikowski trova ben tre gol in appena 10 minuti, dal 21′ al 31′. Ottima prestazione anche per Simakala, autore di due assist al compagno di squadra.
Il quarto sigillo lo trova Hanraths, che va il gol all’83’ insaccando in rete dopo aver ricevuto palla da Ndenge e chiude definitivamente i conti.

Leggi anche:  Corrado Ferlaino risponde a Cabrini: "Pessotto? Al Napoli non sarebbe mai successo"

Il Borussia, che prima di questo match condivideva l’ultima piazza della classifica proprio con il Celtic, si porta al terzo posto, a -2 dal Manchester City.
Manchester City che, in casa, si arrende al Barcellona: per i blaugrana decisivi il 17enne Mboula e il 18enne Cucu, che chiudono la pratica già nel primo tempo.

Pareggio in Bulgaria fra Ludogorets e Arsenal: gli ospiti si portano in vantaggio al 33′ del primo tempo con Nelson ma si vedono raggiungere da Petrov, che al 73′ supera Keto, portiere finlandese dei Gunners.
Vince in rimonta il PSG: i francesi, prima sotto 1-0 poi 2-1, si affidano a Nkunku, che con una doppietta in 4′ porta la squadra in testa al Girone A.

GRUPPO A:
Ludogorets-Arsenal 1-1
Basilea-PSG 2-3
Classifica: PSG 10, Basilea 6, Arsenal 5, Ludogorets 1.

GRUPPO B:
Besiktas-Napoli 0-1
Benfica-Dinamo Kiev 1-2
Classifica: Dinamo Kiev 10, Benfica e Napoli 4, Besiktas 3.

GRUPPO C:
Borussia Moenchengladbach-Celtic 4-1
Manchester City-Barcellona 0-2
Classifica: Barcellona 12, Manchester City 6, Borussia Moenchengladbach 4, Celtic 1.

GRUPPO D:
Atletico Madrid-Rostov 1-0
PSV-Bayern Monaco 2-0
Classifica: PSV 10, Atletico Madrid 7, Bayern Monaco 6, Rostov 0.

  •   
  •  
  •  
  •