Chapecoense scelto il nuovo allenatore. Intanto sulla tragedia aerea si addensano nubi nerissime…

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
chapecoense

Chapecoense, uno dei sopravvissuti presto a casa

Lento ritorno alla normalità per la Chapecoense, il club brasiliano “cancellato” dalla tragedia aerea del 28 novembre scorso accaduta nei cieli di Medellin. Nella giornata di oggi la società brasiliana ha comunicato il nome del nuovo allenatore della squadra, quasi completamente da ricostruire a causa della morte di 19 calciatori della rosa nel disastro aereo che ha provocato il decesso di 71 persone che viaggiavano sull’aereo che stava trasportando la Chapecoense a Medellin, in Colombia, per la disputa della finale d’andata della Copa Sudamericana contro l’Atletico National.  Il nuovo tecnico della Chapecoense è   Vagner Mancini, 50 anni, che è stato presentato oggi alla stampa.  L’allenatore, ex Gremio, Santos, Cruzeiro e Botafogo ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad accettare la proposta della società biancoverde.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Genoa Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro
” Non ho dubbi che faremo una squadra forte. Saremo forti in campo e fuori, la nostra famiglia è saldissima. Oggi la Chape ha tifosi in tutto il mondo. Ho accettato la panchina della Chape perché stimolato dalla sfida di rialzare il morale del club e della città dopo la tragedia in cui hanno perso la vita 19 calciatori, l’allenatore, il presidente e gli accompagnatori”.
La Chapecoense, dopo la decisione della Confederazione sudamericana di calcio (Conmebol) ha di assegnare la Coppa Sudamericana alla sfortunata società , ha così acquisito il diritto a disputare, per la prima volta nella sua storia, la Coppa Libertadores, il più prestigioso torneo sudamericano.

Intanto ancora molte nubi si addensano sulle cause del disastro aereo. Oggi il ministro della Difesa della Bolivia, Reymi Ferreira, ha parlato di “omicidio” per spiegare i possibili motivi della tragedia.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

” Se il pilota avesse rispettato quanto previsto dalla normativa o se avesse dato l’allarme per tempo, questa tragedia poteva essere evitata. Il fatto che l’aereo viaggiasse con una quantità di carburante insufficiente non può essere un caso. Quello che è successo a Medellin è stato un omicidio”,

  •   
  •  
  •  
  •