Conferenza Astra Giurgiu-Roma, Spalletti: “Spero non venga squalificato Lulic”

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

spalletti
Si è tenuto presso la sala stampa dell’Arena Nationala di Bucarest la confernza stampa di Luciano Spalletti e Bruno Peres in vista della gara di domani tra l’Astra Giurgiu e la Roma. Con i giallorossi già matematicamente qualificati al turno successivo saranno i romeni a scendere in campo con il coltello tra i denti. Un risultato positivo, abbinato a buone notizie provenienti da Plzen (dove l’Austria Vienna necessita di un successo per passare il turno) potrebbe decretare una loro storica qualificazione.

Non ci saranno Manolas per un trauma contusivo caviglia destra, De Rossi infiammazione al tendine d’Achille sinistro, Rudiger è un recupero programmato a causa dell’infortunio al ginocchio, Perotti risentimento muscolare al quadricipite sinistro, Fazio.

SPALLETTI
Cosa si aspetta da questa gara?
“Mi aspetto che la squadra cresca di mentalità, vogliamo diventare quelli che vanno in campo per vincere e solamente per evidenziare quello che è il marchio di squadra che è la Roma”. Quanto è importante per lei questa partita dopo il derby e aspettando il Milan? “E’ importante per mantenere una mentalità e una condizione di squadra ottimale. La testa è quella che fa la differenza ovviamente, aver giocato male nella partita precedente può far generare incertezze nel match successivo. Noi comunque dobbiamo dare sempre il massimo”. Rivedremo Veermalen e un parere sulla squalifica di Strootman? “Veeremalen partirà dal primo minuto e mi aspetto da lui una buona prestazione, l’ho visto molto bene in allenamento. Appunto per questo ci sono giocatori che giocano meno e che domani dovranno dare una risposta. Sulla squalifica di Strootman a questo punto c’è da aspettarsi di tutto. Si può prendere per buono qualsiasi cosa. Anzi, mi auguro non venga squalificato Lulic altrimenti potrebbe esser squalificato Rudiger per aver simulato la vendita di calzini a Stoccarda. Se questo episodio fosse accaduto in area cosa facevamo? E’ fallo e allora si dà la sanzione o è fallo e si dà la simulazione? Si entra in una vastità di interpretazione da cui poi è difficile uscire. Comunque abbiamo una società preparata che ha tirato fuori tutte le contraddizioni del caso”. Perché non c’è Lobont? “Ho deciso di lasciarlo a casa a lavorare con i compagni perché ha bisogno di lavorare”. Ha notato differenze rispetto al 2008 quando affrontò il Cluj? “Mi viene difficile fare confronti, essendo tornato in Romania dopo tanti anni. Ogni tanto mi confronto con Lobont e lui dice sempre che venire a far punti qua non è mai facile anche perché è un calcio in continua crescita”. Totti riuscirà a superare il record di gol e il numero presenze di Zanetti? “Io mi auguro di sì, di certo attualmente può ancora svolgere bene questa professione. Di certo le distanze sono ampie, soprattutto quelle dei gol. Non sarà facile raggiungere Piola”. Il mercato invernale incombe, è il momento per Iturbe di dimostrare qualcosa? “Dipenderà anche da altri fattori, non solo da domani. Il fatto che sia apprezzato dai nostri tifosi dipende sicuramente dalle sue indubbie qualità che abbiamo conosciuto e che i tifosi hanno apprezzato. Sarà fondamentale quella che  la sua volontà, quello che lui vuole da questo campionato. E’ ancora tutto in mano a lui e domani sera sarà un’occasione da sfruttare”. Ha idea su quale siano gli avversari da evitare: ”

Leggi anche:  Roma, al via l'accelerata per l'attaccante svedese

BRUNO PERES
Come ti sei trovato nella posizione avanzata dell’ultimo match? “Ormai sono abituato a giocare là. Non è stato molto diverso, è un ruolo che ho già ricoperto e sono contento perché ho aiutato la squadra”. Quando sei arrivato hai detto di esser stanco di vedere sempre la Juve vincere. Come vedi il duello con la Roma? “Sarà una battaglia importante e dovremo lavorare durò per arrivare bene a quel momento. La squadra sta crescendo e sappiamo che non sarà facile. Ma ce la possiamo fare”. Nel derby c’è stata una grande prova di carattere, sta cambiando qualcosa nel gruppo? Vi aspettate una risposta da parte dei tifosi? “Credo che la mentalità della squadra è ottima nelle ultime partite e dobbiamo mantenerla ogni volta e in ogni allenamento. Noi abbiamo bisogno dei tifosi e vedo che loro da quando sono qui ci sono sempre, sono una forza in più. Anche senza curva al derby abbiamo sentito la loro forza e il loro affetto”.

  •   
  •  
  •  
  •