Eccellenza Fvg: le pagelle

Pubblicato il autore: Simone Polentarutti Segui
gemonese-calcio

La Gemonese è la sorpresa del campionatoA

Al giro di boa dell’Eccellenza è giunto il momento di dare dei voti per la prima metà di stagione delle 16 formazioni.

Cjarlins Muzane (36 Pt.): bhe cosa dire della squadra di Carlino? Prima in classifica con cinque punti di vantaggio sulla seconda e finalista di Coppa Italia. Una rosa da serie D con la punta di Diamante un certo Filippo Fabbro, non uno qualunque. Voto 9.
Gemonese (31 Pt.): diciamo la verità. Nessuno si sarebbe mai aspettato la squadra di Pittilino al secondo posto in classifica. Si pensava che l’ottima posizione della scorsa stagione fosse il massimo risultato mai ottenuto. Invece no. Ed in friuli collinare si inizia a sognare. E come se non bastasse è l’unica ad aver sconfitto la capolista, è l’unica ad essere ancora imbattuta ed è finalista in Coppa Italia. Voto 9,5.
Fontanafredda (26 Pt.): la scorsa stagione in serie D. Quest’anno dopo una retrocessione che ha fatto male soprattutto perchè arrivata dopo i play out si pensava ad una pronta risalita ed invece arrivati a questo punto sta guardando le prime due con il binocolo. Ma, a parte questo non si può denigrare l’ottimo lavoro che si sta svolgendo in terra pordenonese. Voto 7.
Chions (25 Pt.): a pochi chilometri di distanza ecco un’altra formazione che sta lavorando davvero bene, soprattutto guardando ai rischi presi lo scorso campionato. In questo caso il passato ha aiutato a correggere gli errori per il futuro. Voto 8.
Lumignacco (25 Pt.): meriterebbe senza ombra di dubbio l’insufficienza se non fosse per la buona (ma non ottima) posizione di classifica. La squadra costruita in estate per lottare per la vetta non rispecchia gli obiettivi dell’inizio. Salutato Birtig per i risultati troppo altalenanti, la squadra è stata presa in mano dal giocatore Denis Godeas per dare una mano alla squadra della bassa friulana. Voto 6,5.
San Luigi (25 Pt.): da neo promossa sta superando ogni aspettativa. Però con qualche gol subito in meno, avrebbe qualche punticino in più che di questi tempi farebbero molto comodo. Voto 7,5.
Kras Repen (24 Pt.): nè carne e nè pesce per gli knezevic boys. Risultati nella media di una classifica buonissima per ripartire con tanti giovani dopo aver fatto delle stagioni di altalena tra Eccellenza e serie D. Voto 7.
Tricesimo (21 Pt.): la solita squadra che non stravince le partite ma neanche le straperde. Difesa solida e buon attacco le hanno permesso di rimanere fin dall’inizio in una posizione invidiabile. Voto 7.
Torviscosa (21 Pt.): un’altra squadra costruita per lottare per il vertice. Aspettative non rispettate da troppe prestazioni negative dei singoli. Voto 6.
Union Pasiano (19 Pt.): per essere una squadra ripescata in eccellenza a metà estate sta facendo una specie di miracolo. Costruiti per una salvezza, anche all’ultima giornata, sta navigando in una tranquilla metà classifica. Voto 7,5.
Vesna (18 Pt.): riguardando la scorsa stagione i triestini hanno fatto un enorme passo indietro rispetto alle aspettative. Un anno fa di questi tempi la formazione carsolina era in finale di Coppa Italia e si era stabilizzata in alta classifica in campionato. Voto 5,5.
Tolmezzo Carnia (15 Pt.): per i ragazzi del presidente Claudio Lomuscio la strada è sempre in salita. Ogni anno di più. Se si aggiunge qualche situazione difficile extracalcistica la frittata è fatta. Ma i carnici ce la metteranno tutta per uscirne a testa alta. Voto 5,5.
Virtus Corno (12 Pt.): ormai è un’abituè della bassa classifica ma a fine campionato tira sempre fuori il meglio per raggiungere la sospirata salvezza, che sia diretta o per mezzo dei play out. Voto 5.
Manzanese (11 Pt.): copia e incolla rispetto ai vicini di casa della Virtus Corno nonostante un punto in meno e qualche problema in più. Voto 5.
Lignano (9 Pt.): sì neo promossa ma dai lagunari qualcosa di più ci si poteva attendere. Sorattutto dopo l’ottimo campinato di Promozione della passata stagione. Voto 4,5.
Ism Gradisca (6 Pt.): gli errori del passato si dovrebbero correggere. Ed invece per i goriziani non c’è via d’uscita che rimanere infangata in fondo alla classifica. E la luce non si vede. Voto 4.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Rayo Vallecano Barcellona, streaming e diretta TV in chiaro?