Nazionale Italiana, Ventura: “4-2-4 futuro modulo dell’Italia?”

Pubblicato il autore: Doro Thea Segui

Ha recentemente parlato in conferenza stampa il Ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura, parlando a Coverciano per il seminario “Il calcio e chi lo racconta”. Molti i temi toccati dall’ex allenatore del Torino, tra cui anche quello riguardante il futuro modulo della sua Nazionale, il 4-2-4. Giampiero Ventura, infatti, è sempre stato un affezionatissimo del modulo 5-2-3. Adesso, per l’Italia, ha deciso di cambiare.

Proprio riguardo il modulo, il ct della Nazionale Italiana ha così parlato: “Ho accelerato il 4-2-4 perché avevamo 5 giorni solo per noi, cosa che fino al prossimo anno non avrò più. Avrei voluto continuare, magari affrontando una Nazionale diversa dalla Germania. Contro i tedeschi non potevamo rischiare, sono una squadra di primo livello”. Queste le sue dichiarazioni circa il modulo utilizzato nella sfida contro la Germania di qualche settimana fa.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

Sulla possibilità di diventare direttore tecnico, circa ciò che ha detto Tavecchio in merito, l’allenatore parla così: “Io ho lavorato sia da commissario tecnico che da direttore. Io non so se succederà che diventerò il nuovo direttore. Se questo verrà ufficializzato, allora sì”. Chiamato a dire la sua anche circa il Campionato di Serie A, che lui considera ancora aperto: “Il calcio è cambiato, non dobbiamo mai dare nulla per scontato. La Juventus, ad esempio, ha vinto contro l’Atalanta che ha giocato la migliore partita del campionato”.

convocati italia

Giampiero Ventura

“Mi auguro per il 2017 che l’Italia possa qualificarsi ai Mondiali e vincerli. Questo è in nostro obiettivo. Per raggiungerlo, ci vuole una squadra che sia lo zoccolo duro anche per il futuro. Adesso siamo alla costruzione di un nuovo grande gruppo”. Queste le opinioni per il 2017 calcistico di Giampiero Ventura.
La migliore Italia di Giampiero Ventura, a detta dello stesso tecnico, deve ancora arrivare. Nel frattempo, però, il  Ct e la sua nazionale lavorano sodo. “Tre mesi ci sono serviti per provare a quadrare il cerchio. Non possiamo certo permetterci ciò a livello di Nazionale. Se io voglio usare il 4-2-4 avrò certo bisogno di allenare i giocatori. Questo modulo, infatti, non viene usato da nessuno nei club”.

Leggi anche:  Il sito Tutto Juve punge la città Napoli: "Nessun assembramento in città"

Se guardo i risultati penso a un ampia sufficienza, ma se analizziamo le singole partite qualcosa cambia, come ad esempio il quarto d’ora contro la Macedonia. Tutto sommato i numeri sono positivi, per quel che riguarda i contenuti abbiamo ampi margini di miglioramento”. Questo il bilancio che Giampiero Ventura fa dei primi 3 mesi passati in panchina della Nazionale Italiana. Sul calciatore della Roma El Shaarawy: “È uno degli esterni offensivi su cui puntiamo di più. La sua convocazione dipende da come starà fisicamente al momento. È un candidato per la Nazionale, lo aspettiamo, sappiamo bene che non sta passando un buon periodo. Insigne adesso sta molto bene, alcuni mesi fa non era così. Stesso discorso per Berardi, adesso infortunato, ma comunque è sempre nel nostro giro delle convocazioni. Chi non viene convocato una volta non è detto che non possa rientrare, le scelte non si fanno per simpatia, ma guardiamo sempre a quello che è il meglio per l’Italia”. Forse una frecciatina a Balotelli? Il Ct ha detto che presto ci parlerà!

  •   
  •  
  •  
  •