Campionato, Juventus – Lazio, le dichiarazioni nel postpartita

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Vittoria per 2-0 della Juventus con la Lazio

Vittoria importante per la Juventus che tiene a distanza la Roma. Vantaggio di Dybala e raddoppio di Higuain. Lazio battuta senza quasi mai essere riuscita ad impensierire Buffon.

DICHIARAZIONI

Simone Inzaghi: “Abbiamo avuto anche l’approccio giusto, ma se concedi due gol in un quarto d’ora e fatichi specie allo Stadium non ti puoi permettere ciò. Poi siamo migliorati creando qualcosina, ma la gara era già chiusa. La Juve è stata brava a sfruttare anche gli episodi, diciamo che siamo stati bravi poi a rimanere compatti perchè potevamo prenderne altri. E’ mancata cattiveria e concentrazione nei due gol, abbiamo concesso spazio a Dybala e Cuadrado, sono giocatori straordinari se lasci spazio finisce male. Avremmo dovuto prestare più attenzione, eravamo consci di una partenza forte della Juve. Prendiamoci il secondo tempo, ma non possiamo permetterci ciò. Non so se avremmo pareggiato almeno, ma potevamo rimanere in partita di più. E’ dura capire perchè è successo ciò. Ho giocatori esperti, conoscono l’impatto che da lo Stadium. Dovevamo essere più bravi, Dybala se tira da 25 metri è facile che segni“.

Leggi anche:  Ziliani ironico: "Scambio Locatelli-Dragusin, il Sassuolo darà un conguaglio alla Juve?"

Stefan Radu: “Ci aspettavamo questa reazione nei primi minuti, la Juventus ci ha messo sotto pressione. Non siamo stati attenti, abbiamo subito e siamo andati sotto di due reti, così era difficile da ribaltare. Hanno messo una formazione molto offensiva, attaccandoci quasi a pieno organico. Sono stato costretto a fare un fallo e per me è cambiata la partita, dovevo stare più attento. Poche squadre hanno guadagnato punti in casa della Juventus. Non avevamo più nulla da perdere e nella ripresa ce la siamo giocata. All’inizio invece non riuscivamo a trovarci in campo. Io avevo Cuadrado e Lichsteiner che spingevano dalla mia parte e mi hanno messo in difficoltà, mi ritrovavo sempre da solo contro due. Nella ripresa ho cercato di attaccare di più, ma il mister è stato costretto a cambiarmi per evitare una doppia ammonizione. Il Chievo? Ogni sconfitta brucia, dobbiamo prendere le cose positive del secondo tempo. Dove siamo riusciti ad arrivare davanti al portiere. Dobbiamo ripartire da qui ed essere più concentrati dall’inizio”.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: per il dopo Eriksen c'è Calhanoglu

Massimiliano Allegri: “Complimenti ai ragazzi per la partita e per la risposta dopo la gara di Firenze. Dobbiamo lavorare e migliorare in tutti i sistemi, abbiamo misurato il campo bene in tutta la sua ampiezza. Oggi con cinque attaccanti abbiamo subito poco e niente. Ci sono momenti della stagione in cui bisogna spaccare la stagione in due, mi sono svegliato la mattina e dopo l’allenamento ho deciso di cambiare. Mandzukic? E’ tornato giovane, aveva cominciato la carriera da esterno. L’allenatore vive di sensazioni, ogni tanto viene qualche idea strampalata fuori. Quando c’è il momento di giocare con quattro mediani gioco con quattro mediani, adesso si doveva giocare con cinque attaccanti. I ragazzi hanno dato una grande risposta“.

Gonzalo Higuain“Abbiamo fatto la nostra gara, noi siamo stati sempre convinti delle nostre capacità. Con un modulo è offensivo è normale che dobbiamo difendere tutti di più, ma oggi abbiamo dimostrato che possiamo giocare così“.

  •   
  •  
  •  
  •