Campionato, Milan – Napoli, le dichiarazioni nel postpartita

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Il Napoli batte il Milan e continua la sua rincorsa sulla Juventus

Spettacolo a San Siro. Il Napoli supera un buon Milan con il risultato di 2-1. Rete capolavoro di Insigne e raddoppio di Callejon, entrambe su suggerimento di Mertens. Accorcia le distanza Kucka su errore difensivo dei partenopei.

DICHIARAZIONI

Vincenzo Montella: “Io non voglio parlare di obiettivi in questo momento, per me sarebbe meglio parlare della partita tra due squadre che hanno giocato a viso aperto. Io mi sono divertito, i ragazzi non meritavano la sconfitta per quanto espresso nei 95’. Abbiamo giocato almeno alla pari, a tratti abbiamo comandato contro un avversario che raramente fa poco fraseggio o subisce la pressione avversaria. C’è da essere soddisfatti e da guardare con ottimismo il futuro. È la squadra vicecampione d’Italia e che da anni va in Europa. Noi abbiamo iniziato adesso, il nostro percorso è questo.Il Napoli è una squadra forte come squadra, non solo a livello difensivo. Ma tante volte siamo riusciti ad arrivare sulla linea di difesa con tanti traversoni. Insigne ha fatto un gol magistrale, non credo ci siano tanti errori in questo caso”. Sulla prestazione di Sosa e del Napoli:Il Napoli è una squadra molto forte a livello difensivo, ti porta a giocare esternamente per poi attaccarti. Col passare dei minuti l’intensità si è abbassata, Sosa ha iniziato a prendere più padronanza del ruolo e ha giocato una grandissima partita. Il Napoli è più avanti di noi come processo di squadra, c’è soddisfazione per quanto fatto dai ragazzi”. Sulla scelta del Napoli di aspettare il Milan: “Non credo sia stata una scelta, spesso sono venuti alti. Non so se sia stata una loro strategia, credo che giocare così contro questo Napoli non è facile“.

Leggi anche:  Fiorentina, Gattuso se ne va. E' una sconfitta di tutti

Josè Sosa: “Non è bastato, non volevamo questo risultato e non volevamo iniziare così. Non siamo difficoltà, ancora manco tanto, non abbiamo iniziato nella maniera giusta e non dobbiamo perdere ciò che abbiamo fatto nella prima parte di campionato. Futuro? Ho sentito un paio di cose ma non guardo al mercato, ha parlato il mio procuratore, è stato chiaro, lui parla con la società io penso a giocare. Restare al Milan? Certo, sono qui da poco e sono contentissimo, non posso dire altro. Napoli? Ho sempre parlato bene, non ho giocato anche per questioni tattiche di Mazzarri, ma ho sempre parlato benissimo della società e dei tifosi“.

Maurizio Sarri: “Sono molto contento della prestazione della squadra, è vero che non abbiamo chiuso la partita e l’abbiamo fatta riaprire con un nostro errore, ma per la prima volta da quando sono a Napoli ho visto una squadra che sa soffrire. Il Milan attualmente è una squadra di alto livello, abbiamo avuto qualche problema, ma abbiamo dimostrato di saper soffrire. Dovevamo chiuderla prima, abbiamo iniziato a  palleggiare troppo nella nostra metà campo”. Una breve battuta su Mertens: “Mertens Ha fatto una gara di sacrificio, bravissimo nella prima mezz’ora in cui ha servito i gol dei due compagni, poi manca tre volte il gol in situazioni abbastanza semplici. Il ragazzo sta facendo bene per la squadra“. La polemica con Montella: “Le sue parole sul fatturato? Forse non ha letto gli ultimi numeri. Magari sta dicendo ai suoi dirigenti che li spendono male. Ovviamente sto cercando, Montella è un amico”.

Leggi anche:  Ivan Castiglia a SuperNews: "Reggina è casa mia. Venezia? Promozione a sorpresa. Da ragazzino sognavo di giocare nell'Inter..."

Josè Maria Callejon: “Questa è una vittoria molto importante per noi, ci dà tanta fiducia e tanta voglia di continuare a lavorare. Noi abbiamo giocato bene ma anche loro ci hanno messi in difficoltà. Una vittoria a San Siro è sempre bella e importante. Lo scudetto e la sfida alla Juventus? Noi stiamo provando a restare lì e a giocarcela. Stiamo lavorando bene con la mentalità giusta, vogliamo andare avanti sempre. I tifosi ci stanno sempre vicini ed è importante per noi, ci danno una carica particolare”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,