Coppa Italia, Lazio – Genoa, le dichiarazioni nel postpartita

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Dopo aver sofferto la rimonta degli uomini di Juric, la Lazio è riuscita ad imporsi per 4-2

La Lazio supera il Genoa all’Olimpico per 4-2. I biancocelesti accedono ai Quarti di Finale di Coppa Italia, dove incontreranno l’Inter.

DICHIARAZIONI

Ivan Juric: “Abbiamo cominciato bene il secondo tempo, poi abbiamo sbagliato su un rinvio e poi è cambiato tutto e non siamo più riusciti a recuperare. Non è un buon momento, non esprimiamo il nostro calcio in campo. Facciamo fatica. Abbiamo fatto un bel girone d’andata, ora però siamo in difficoltà e tutti insieme dobbiamo pensare a uscirne. Non vedo segnali contro di me, sennò sarei andato già via. Pavoletti e Rincon? Beh, io tiro il massimo da quello che ho in questo momento. Altro sarebbero solo scuse. Io in discussione? No, abbiamo fatto solo due brutte partite nell’ultimo periodo. Il nostro lavoro è questo, vado avanti“.

Mauricio Pinilla: “È stata una partita particolare: eravamo sotto e siamo riusciti a riprenderla. Abbiamo avuto anche due occasioni per andare in vantaggio, ma non ci siamo riusciti e la Lazio con la sua qualità offensiva ne ha approfittato. Sono arrivato da dieci giorni e voglio rivedere il Genoa di prima. Una delle squadre che giocava meglio in Italia. Dobbiamo ritrovare fiducia. Siamo in sintonia con il mister, con il Crotone sarà una sfida fondamentale”. Sulla sua carriera:Nelle ultime stagioni ho cambiato diverse maglie, sono molto felice di esser tornato qui. Ho ripreso un percorso che non doveva finire, voglio togliermi belle soddisfazioni. Negli ultimi anni ho fatto spesso gol belli, ora preferisco farne di più pesanti anche se più brutti”. Infine ancora sulla partita: “Avevamo preparato questa trasferta con le giuste motivazioni per prenderci la qualificazione. Ce la siamo giocata a viso aperto contro una squadra molto forte. Siamo in difficoltà, ora dobbiamo ritornare il Genoa di prima. Simeone? Ha avuto un attacco influenzale, è un grandissimo giocatore con margini di crescita importantissimi. Può arrivare tra i top attaccanti al mondo”.

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Lavello Taranto Serie D: cronaca e risultato in tempo reale

Simone Inzaghi: “Mi dispiaceva per il momentaneo 2-2, soprattutto per i ragazzi dopo un ottimo primo tempo dove abbiamo giocato bene. Abbiamo preso due gol per un calo di concentrazione. Un black-out di 4 minuti che non doveva esserci. Siamo stati bravi a rimettere tutto in sesto nella ripresa. Milinkovic-Savic sta crescendo molto e sono contento. Ci hanno dato una mano i ragazzi che sono entrati nella ripresa, ma vorrei sottolineare anche la prestazione di Djordjevic e Lombardi che hanno fatto un’ottima partita. Se siamo la mina vagante del campionato? L’obiettivo è quello di cercare di far sempre bene. Nessuno avrebbe mai pensato di essere a questo punto, ma ora non siamo più di una sorpresa perché abbiamo dimostrato di poterci stare. Il pareggio? L’ho detto, mi dispiaceva soprattutto per i ragazzi. C’era molto rammarico anche per il rigore sbagliato. Non ho dato particolari indicazioni nell’intervallo, ripeto il calcio non fa sconti. Ci serva per il futuro perché in questa Serie A non puoi permetterti cali di concentrazione“.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Wesley Hoedt: Ho fatto il gesto del cuore per la mia ragazza e mia figlia che stanno a casa. Non so, penso che io possa fare ancora più gol. Faccio sempre grandi gol? Ho il piede. Avete ragione, se segno lo faccio bene. Ho sbagliato quella palla su Biglia. A me piace salire e creare gioco ed impostare. Ora però se commetto un errore mi concentro e non sparisco più dalla partita, sono più maturo. Quando potrò battere le punizioni? Non lo so, per ora nessuna chance. Se capiterà una volta, lo farò. Quando la gara è bloccata bisogna cercare nuove fonti di gioco, a volte lo faccio anche io. Spesso cerchiamo di sfruttare le palle alte, avendo in zona offensiva un calciatore bravo nei duelli aerei come Milinkovic. Ovvio, io sono un difensore e devo difendere, ma voglio aiutare anche la squadra con i piedi“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,