Genoa Crotone, Juric: “Siamo nella m…a”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Scuro in volto, deluso ed amareggiato: così Ivan Juric si è presentato negli spogliatoi del Ferraris a fine partita al termine di Genoa Crotone. Il mister ha analizzato la partita:

“Adesso siamo nella m…a, abbiamo perso autostima. La squadra non ha espresso un bel gioco. Non è stata una bella partita, prima ero orgoglioso, adesso vedo una squadra debole come oggi su calcio piazzato. Prestazione non positiva. Sui gol presi loro sono saltati più di noi. Per noi è stato devastante, non abbiamo lavorato a sufficienza. Due gol contro Palermo e due oggi, sono sei punti persi. Volevo sfruttare le caratteristiche dei miei giocatori, era l’unica cosa che potevo fare, bene Pandev, per Pinilla non era facile, poi abbiamo avuto anche un cambio forzato”

Sarà emergenza a centrocampo contro la Fiorentina. Mancheranno Cataldi (squalificato) e Rigoni (infortunato): Juric sul difficile momento per allestire una formazione competitiva si è così espresso:

Leggi anche:  Italia, Andrea Belotti: "Mi sento un titolare, l'Italia vuole arrivare in fondo"

“Tanti infortuni hanno condizionato il centrocampo. Meglio non prendere nessuno secondo me, quando recuperano i giocatori poi vedi, magari accumuli tanta gente.  Adesso ci sono problemi, ci stiamo lavorando, non è facile inserire i nuovi giocatori, dobbiamo essere duri ed uniti nelle difficoltà. Vorrei trovare compattezza, vorrei che la squadra tornasse tosta. Quando saremo a posto ritroveremo il buon gioco. Non ci sono problemi di testa. Il sistema adesso non funziona e ci sono le difficoltà”

Al termine di Genoa Crotone Preziosi non si è risparmiato nei confronti di Juric: il Presidente ha preferito tenersi per sè ogni commento. Pronta la risposta di Juric:

“Preziosi sempre abbastanza carino con me. Magari lo anticipo, non ha dato critiche, abbiamo condiviso le difficoltà”

  •   
  •  
  •  
  •