Nazionali Under 19: la Spagna supera l’Italia in amichevole

Pubblicato il autore: Lorenzo Segui

VITTORIA PER LA SPAGNA U19 SUI PARI ETA’ DELL’ITALIA NELL’AMICHEVOLE DISPUTATASI QUESTO POMERIGGIO AD UDINE.

TABELLINO, ITALIA U19-SPAGNA U19 0-1:
Marcatori: al 65′ Aleñá (S).

Italia (4-4-2) : Del Favero (dal 46′ Confente); Scalera, Vogliacco, Marchizza (dal 66′ Tripaldelli), Llamas Acuna (dal 80′ Casale); Frattesi, Gabbia (dal 75′ Maggiore), Melegoni (dal 80′ Bordin), Lo Faso (dal 46′ Zanimacchia); Cutrone, Tumminello (dal 66′ Mazzocchi). All.: Baronio.
Spagna (4-2-3-1) : Álvaro Fernández (dal 46’Dani Martín), Aitor Buñuel (dal 59’Ávila) , Álex Martín, Álex Zalaya (dal 83’Pepe Castaño), Cucurella, Pepelu, Carles Aleñá, Jordi Mboula (dal 83′ Pol Lozano), Nolaskoain (dal 59′ Oacar Rodriguez), Alejandro Pozo (dal 63’Rubén Fernández) ; Joel Rodríguez (dal 46′ Navarro). All.: De la Fuente.

Squadra arbitrale: Michael Fabbri; Filippo Valerani (assistente); Luca Mondin (assistente).
Quarto uomo: Fabio Maresca.
Note: cartellino giallo al 68′ per Gabbia (I).

La ‘Roja’, attributo con il quale vengono definite tutte le nazionali di calcio spagnole, ha colpito ancora. L’Under 19 iberica ha infatti sconfitto, questo pomeriggio in quel di Udine, i pari età della nazionale azzurra per una rete a zero: a decidere il match è stato Carles Aleñá, spagnolo classe 1998 che milita nella squadra B del Barcellona.
La partita, che è stata trasmessa in diretta alle 14.30 da RaiSport, non dava i tre punti alla squadra vincitrice, ma è entrata comunque nella storia: per la prima volta, infatti, è stata utilizzata la VAR (Video Assistant Referee) online. A controllare l’apparecchiatura sono stati designati due arbitri del panorama internazionale, quali Orsato e Giacomelli.

Leggi anche:  Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0: proteste Napoli sull'1-0 e rigore concesso con il Var. Ecco la Moviola

La Spagna è partita subito aggressiva, mentre la nazionale azzurra ha cercato più volte di ripartire dalle retrovie.
Dopo nemmeno un quarto d’ora arriva la prima occasione da gol per l’Italia, con Tumminello che colpisce di testa ma mette di poco a lato alla destra dell’estremo difensore delle “Furie Rosse”.
Gli iberici tengono il possesso palla e superano quota 60%, ma sono ancora i ragazzi allenati da mister Baronio a cercare il gol: il milanista Andres Llamas Acuna, classe 1998, prova la conclusione con il sinistro ma la sfera finisce ben lontano dalla porta spagnola.
A pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco, la Spagna sfrutta una svista difensiva e Mboula si invola verso la porta. Il suo tiro scheggia il palo ed esce sul fondo: molto fortunato, in questa occasione, il portiere azzurro Del Favero, che nemmeno con una prodezza sarebbe riuscito ad arrivare a contatto con il pallone.

Leggi anche:  Juventus - Napoli 2-0 le Pagelle: Cuadrado dominante, Ronaldo da record. Insigne stecca

Due cambi per l’Italia ad inizio secondo tempo: dentro Confente e Zanimacchia per Del Favero e il palermitano Lo Faso, che ha avuto qualche occasione per mettersi in mostra anche nel massimo campionato di Serie A.
Ghiotte occasioni per l’Italia a pochi secondi di distanza: prima ci prova Cutrone, poi Tumminello, ma è attento il portiere spagnolo in entrambe le iniziative azzurre. E’ proprio nel momento miglior dell’Italia che arriva la beffa, che deciderà poi in maniera fondamentale il match: Mboula salta due azzurri e passa il pallone ad Alena, che con un sinistro potentissimo fulmina l’incolpevole Confente e segna il gol del vantaggio per la squadra ospite. Dopo lo svantaggio, Baronio prova il tutto e per tutto inserendo Tripaldelli e Mazzocchi al posto di Marchizza e Tumminello.
L’Italia ha l’opportunità di pareggiare con Patrick Cutrone, che ruba il pallone alla difesa spagnola e si fa poi ipnotizzare la conclusione da Dani Martin, che al 46′ aveva prelevato Alvaro Fernandez. Gli azzurri non mollano e all’89’ partono in velocità, ma ancora una volta Cutrone viene fermato dal portiere della Spagna.

  •   
  •  
  •  
  •