Allegri in conferenza su Juventus-Palermo: “Prima i rosanero poi penseremo al Porto”

Pubblicato il autore: Emiliano Di Presa Segui


E’ già tempo di vigilia per la Juventus impegnata allo Juventus Stadium nell’anticipo della 25 esima giornata di serie A contro il Palermo. Il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, tiene alta la tensione per evitare cali di dei suoi in vista dell’imminente ottavo di finale di Champions League contro il Porto:” Domani è una partita che non si può sbagliare soprattutto dal punto di vista dell’atteggiamento. E’ una partita che vale tre punti fondamentali come quelli contro l’Inter o la Lazio. I ragazzi lo sanno e sono molto responsabili“.

Allegri si è soffermato, innanzitutto, sulla formazione che affronterà il Palermo, dando alcuni spunti ai cronisti presenti in conferenza . Vista l’assenza dello squalificato Mandzukic, il tecnico bianconero ha lasciato intendere che ci potrebbe essere spazio per Pjaca o Sturaro a sinistra, ma ci potrebbe anche essere un ritorno al modulo che prevede i tre centrocampisti. In difesa visti gli indisponibili Barzagli e Chiellini, che dovrebbero tornare a disposizione contro il Porto, ci sarà spazio per uno tra Benatia e Rugani al fianco di Bonucci. Per quest’ultimo, il tecnico ha avuto parole di elogio in conferenza, in quanto domani toccherà quota 300 presenze con la maglia della Juve:” Per Leo domani è un grande traguardo ormai lui è un leader di questa squadra sia dentro che fuori dal campo“.

Leggi anche:  Ziliani ironico: "Scambio Locatelli-Dragusin, il Sassuolo darà un conguaglio alla Juve?"

Inevitabile anche un riferimento alla Champions League.  Dopo aver visto i primi match di ottavi di finale, Allegri ha voluto, innanzitutto, fare i complimenti al Napoli che si è ben comportato al cospetto dei campioni d’Europa del Real Madrid tenendo ancora aperto il discorso qualificazione in attesa del ritorno al San Paolo:”Al Napoli vanno fatti i complimenti perché non era semplice affrontare una grandissima squadra come il Real. Non commento le parole del presidente De Laurentis, a Sarri vanno fatti i complimenti, avevano comunque di fronte il Real Madrid, quindi bisogna anche dare merito agli avversari. Vedere le partite di Champions mi ha divertito molto. Sono emersi dei valori assoluti sia di singoli che di squadra. È emerso che il Psg è una squadra di altissimo livello, pensavo che avessero la possibilità di battere il Barcellona ma sinceramente non cosi. Ho sentito molti dubbi sul Bayern e invece bisogna avere molta pazienza ed equilibrio, i tedeschi sono sempre duri da battere“.

Leggi anche:  Donnarumma al PSG, stamattina le visite mediche

Il pensiero, ovviamente, va all’ormai prossimo match contro il Porto di mercoledì prossimo:” Noi dobbiamo essere all’altezza di Real, Bayern e Psg soprattutto dal punto di vista mentale, bisogna dimostrare di essere di quel livello. L’ottavo con il Porto non sarà per niente semplice, perchè i portoghesi sono abituati a questo tipo di partite. La squadra deve alzare l’asticella, bisogna migliore la qualità del gioco perché quando la palla viaggia molto più veloce e molto bello veder giocare la squadra“.

Infine Allegri si è soffermato sulla media punti della sua squadra. Un record particolare per il tecnico bianconero che su 100 panchine ha la media punti migliore rispetto ad i suoi predecessori:”E’ una cosa che fa piacere. Sarò più contento però se centriamo gli obiettivi che sono vincere scudetto, coppa Italia e Champions. Il numero di punti lascia il tempo che trova. Il sesto scudetto ci porterebbe invece nella leggenda”.

  •   
  •  
  •  
  •