Allegri post Juventus Empoli: “Fase decisiva della stagione, serve l’aiuto di tutti”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

Allegri post Juventus Empoli. Un Allegri visibilmente soddisfatto in conferenza stampa dopo la vittoria casalinga contro l’Empoli allo Juventus Stadium che vale la trentesima vittoria casalinga consecutiva dei bianconeri sul proprio terreno di gioco. Un primo tempo abbastanza bloccato con la Juventus che nella ripresa ha spinto di più sin dalle prime battute riuscendo a sbloccarla prima con Mandzukic con la complicità del portiere dell’Empoli per poi chiuderla con una perla di Alex Sandro che in area si è girato ed ha bucato il piplet avversario con un sinistro in diagonale imprendibile. “Sicuramente oggi era importante vincere per dare continuità di risultati dopo la bella prova di Oporto -ha esordito il tecnico livornese – nonostante alcuni cambi per far rifiatare qualcuno che ne aveva bisogno sia in difesa che a centrocampo”. L’attenzione è già rivolta alla partita di martedì sera contro il Napoli ma al mister bianconero viene chiesto cosa prevede per il posticipo domenicale che vedrà di fronte l’Inter e la Roma con la possibilità degli uomini di Pioli di fermare la rincorsa della Roma: “Sarebbe bello se la Roma non vincesse a Milano ma non è detto che ciò avvenga. Anche il Napoli è potenzialmente ancora in corsa nonostante si trovi a dodici punti dalla vetta a seguito della sconfitta di oggi pomeriggio in casa contro l’Atalanta”. Non si sente quindi già in fuga per lo scudetto è la domanda successiva alla quale il tecnico della Juventus risponde prontamente: “Mancano ancora alcune vittorie per raggiungere il traguardo ed ora stiamo entrando nella fase decisiva della stagione e servirà l’aiuto di tutta la rosa a disposizione”.

Poco spazio per Pjaca e mai sostituito Mandzukic? “Martedì abbiamo una partita importante a distanze di poche ore da questa e quindi può darsi che Pjaca giochi dall’inizio mentre Mario è importante perchè ci permette fisicità così come Higuain entra in forma sempre di più giocando e Dybala veniva da una serie di partite consecutive ed è entrato a partita in corso facendo un ottimo lavoro e consentendoci di palleggiare e conservare il risultato in modo più tranquillo”. Una domanda anche sul rientro di Daniel Alves che si sta imponendo con tanto di rete in Champions League mercoledì sera ad Oporto. “Daniel Alves doveva ambientarsi come Evrà quando è arrivato da noi, ora da campione che è si è adattato velocemente al gioco della squadra e solo un brutto infortunio lo ha frenato”. Viene fatto notare al mister come anche sul 2-0 ha continuato ad incitare la squadra per evitare disattenzioni. “Bisogna continuare a giocare fino alla fine e provare a concludere l’azione invece di rischiare di prendere contropiede o rischiare infortuni. Una migliore gestione del palleggio insomma che con l’ingresso di Dybala si è ulteriormente alzata in qualità”. Una battuta infine sul fatto che Higuain non abbia segnato e se questo può essere significativo in vista della gara di Coppa Italia contro la sua ex squadra. “Higuain ha fatto una buonissima partita dando un ottimo assist a Mandzukic nel primo tempo e sta facendo sempre meglio anche se oggi non ha trovato la marcatura personale”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Bologna Milan probabili formazioni, ecco le scelte di Mihajlovic e Pioli per il match di sabato