Bologna-Inter, Stefano Pioli : Sappiamo che bisogna dare sempre il massimo

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

Pioli su Inter-Juventus: "Un match che vale oltre i tre punti"Eh si, domenica Stefano Pioli affrontarà il suo Bologna, dove ha lasciato grandi ricordi accompagnati anche da sofferenze. La gara è in programma alle 12.30.
Nella conferenza stampa di ieri, il tecnico dell’Inter ha ribadito che si deve pensare ad una partita alla volta, quindi non è il momento di pensare alla sfida contro la Roma perché il Bologna non è da sottovalutare.
Nonostante la squadra allenata da Donadoni arrivi da diverse sconfitte, Stefano Pioli ha ribadito che non bisogna sottovalutarla come squadra perché è nel proprio stadio che ha sempre fatto risultati utili.
Queste le sue parole a riguardo ” Sappiamo che bisogna sempre giocare al 100% per ottenere il massimo dalla partita, noi ci stiamo preparando per affrontare al meglio la gara.
In caso di un passo falso cosa faremo ? Sapete che sono molto positivo, ve lo ripeto siamo concentrati, sappiamo dove vogliamo arrivare.
” il tecnico neroazzurro ha continuato rispondendo alle domande sui giocatori della rosea: ” Banega? Si è allenato con la squadra, è un giocatore abile a mandare i compagni in porta e credo che bisogna insistere su questa cosa. La difesa a tre? Come squadra stiamo trovandosi una buona solidità così, ma anche con la difesa a quattro non stiamo andando male. In base a se avremo o no la palla ci schiereremo in un modo o nell’altro.” 

Leggi anche:  Novità per la Supercoppa Italiana: verrà utilizzata per la prima volta in Europa. Ecco i dettagli

L’inter da quando è arrivato Pioli è cambiata molto: ogni settimana ci sono negli spogliatoi dei cartelli motivazionali e la rosea è stata rivalutata a 162 milioni. Partiamo dai cartelli, ogni settimana il tecnico per motivare i propri giocatori appende delle frasi; questa settimana ad esempio sono state appese le dichiarazioni di alcuni giocatori dopo la partita contro l’Empoli, un modo per convincere i propri ragazzi che ce la possono fare. Alcuni dei cartelli appesi riguardavano la Champions, la tabella con le vittorie necessarie per arrivare all’obiettivo terzo posto, ma Pioli non è il primo ad utilizzarle, infatti c’era già stato anche il Mago Herrera ad utilizzare questo metodo.
Per quanto riguarda la rosa invece possiamo dire che Stefano Pioli è riuscito a far rivalutare i propri giocatori, il loro valore economico è cresciuto rispetto all’inizio del campionato, Suning è molto attenta a queste cose. Complessivamente siamo arrivati ad un valore di +162 milioni, come riportato da La Gazzetta dello Sport, è cresciuto il valore di Icardi, Perisic, Kondogbia, Brozovic e Murillo. Beh insomma non si può chiedere di più a Pioli, che per l’occasione si è trasformato anche in un potenziatore economico.

  •   
  •  
  •  
  •