Burnley-Leicester 1-0 : le Foxes non sanno più come si vince, ma che sorpresa il Burnley

Pubblicato il autore: Luigi Mellone Segui

Dodicesima sconfitta stagionale per il Leicester di Claudio Ranieri

Burnley-Leicester

Burnley-Leicester

 

 

Burnley-Leicester finisce 1-0 per i padroni di casa. Piove sul bagnato, è proprio il caso di dirlo, per il Leicester.
Dura 87 minuti la resistenza di Huth e compagni nel fortino del Burnley, fin quando Sam Vokes non da una “mano”, nel vero senso della parola, alla propria squadra ad ottenere la nona vittoria stagionale tra le mura amiche.

Burnley-Leicester favole a confronto

 

E’ notte fonda per il Leicester, neanche il ritorno di Mahrez dalla Coppa d’Africa è riuscito a dare una scossa. Dilidin dilidon, il tormentone che lo scorso anno ha accompagnato la trionfale stagione del club, è quello che servirebbe ora. Ranieri ha bisogno di dare una svegliata ai suoi per non rischiare una clamorosa retrocessione. Bene in coppa e male in campionato, così proprio non va.
Questa è la terza sconfitta consecutiva, escludendo il pareggio in FA Cup che costringe il Leicester al replay contro una squadra di rango nettamente inferiore, sono solo due i punti che dividono le foxes dal Crystal Palace terzultimo.
Non sarebbe stato facile ripetersi, questo era chiaro a tutti.  Giovanni Falcone diceva (per la mafia) che ogni fenomeno umano ha un inizio ed anche una fine, così pure per le favole, anche quelle che  ogni appassionato di calcio spera non finiscano mai.

Ma per ogni favola che finisce ce n’è sempre un’altra che inizia, o quasi.
Il neopromosso Burnley grazie ai 3 punti conquistati ieri sera sale a quota 29 ed occupa il nono posto in classifica. Un vero e proprio miracolo quello degli uomini di mister Dyche, considerati ad inizio stagione squadra cuscinetto della Premier League ma che sono stati in grado di abbandonare quasi subito le zone basse della classifica.
Il segreto del Burnley è sicuramente l’impressionante ruolino di marcia al Turf Moor, quasi sempre esaurito come siamo abituati a vedere negli stadi d’oltremanica. I circa 22mila spettatori hanno spinto la squadra fino a permettergli di ottenere 9 vittorie un solo pareggio e solamente 3 sconfitte, meglio dei claret solamente il Chelsea di Antonio Conte e il Tottenham di Dele Alli e Kane.
Ma se i tifosi del Burnley sognano tra le mura amiche, non possono fare di certo lo stesso in trasferta. E’ questo il passo che manca al Burnley per diventare una vera e propria favola. I claret sembrano i perfetti protagonisti del celebre romanzo dello scrittore scozzese Robert Louis Stevenson: Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde. Lontano da Burnley un solo punto in 10 partite (e che punto però, ad Old Trafford contro i Red Devils) , la peggior squadra della premier, come pronosticato da molti ad inizio stagione.
Mister Dyche deve far maturare i propri calciatori dal punto di vista mentale, per poter gareggiare ancora nell’Inghilterra dei grandi e poter dire ancora la propria.

 

Burnley-Leicester 1-0 il match visto con gli occhi degli allenatori

Nella consueta conferenza stampa post partita Claudio Ranieri vede come unico colpevole della sconfitta l’arbitro Mike Dean.
Queste le parole del tecnico:  “Il fallo di mano era chiaro ma l’arbitro ha deciso così. A volte ci va bene, altre meno. E’ stata una gara combattuta, abbiamo lottato ma la decisione arbitrale ci è costata il match.”  Le immagini della conferenza di Claudio Ranieri catturate dagl nostro inviato!

 

Non la pensa così Sean Dyche, tecnico del Burnley: “Sono molto contento e abbiamo meritato la vittoria contro un buon avversarioNon ci preoccupiamo delle altre squadre. Restiamo concentrati su quello che stiamo facendo. Non credo che in tanti avrebbero scommesso su questa nostra posizione a inizio stagione.” Le immagini della conferenza di Sean Dyche catturate dagl nostro inviato!

 

 

Burnley-Leicester c’è un altro italiano in campo

Non solo Claudio Ranieri è l’eccellenza italiana di scena nel match infrasettimanale di Premier League.
Dopo il Fulham, da ieri sera, anche il Burnley sarà sponsorizzato da Sportito la startup italiana proprietaria del portale Superscommesse.
Good luck, ragazzi!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: