Frank Lampard si ritira a 38 anni dopo 21 stagioni da professionista

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui

Risultati immagini per lampard piange

Frank Lampard si ritira. È dell’ultim’ora la notizia che il centrocampista inglese di 38 anni ha deciso di dire addio al calcio giocato. Il mediano è stato un giocatore fantastico sia per i club in cui ha militato, sia per la nazionale inglese, dove non ha raccolto trofei per quanto avrebbe meritato. Dopo la stagione in America con la maglia del New York City, terminata il 31 dicembre scorso, ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo e di dire basta al calcio giocato. Miglior marcatore di sempre con la maglia del Chelsea (il suo vero amore) e uno dei pochi calciatori ad aver disputato almeno 1000 (mille!!!) partite in carriera. Una perdita per lo spettacolo sicuramente. Un centrocampista elegante, potente e raffinato, dotato tecnicamente, ma anche e soprattutto un vero leader in ogni squadra in cui ha militato.

Frank Lampard. La carriera di un grande campione
Dopo aver disputato le giovanili dal 1992 al 1995 al West Ham, fu ceduto in prestito per sei mesi allo Swansea, dove nella stagione 1995-1996 giocò 9 partite realizzando una sola rete. Nel 1996 fece ritorno a casa (al West Ham) dove rimase fino al 2001, disputando 148 partite con 23 gol e riuscendo a conquistare con gli Hammers una Coppa Intertoto UEFA nel 1999. Nel 2001 il Chelsea offrì al West Ham 11 milioni di sterline per portare Frankie a Londra. il club accettò e Lampard cominciò con i Blues la sua vera carriera da professionista. 648 partite giocate tra campionato e coppe, 211 gol segnati e 13 titoli vinti, di cui 3 Premier League, 2 Coppa di Lega inglese, 2 Community Shield, 4 Coppa d’Inghilterra, 1 UEFA Champions League (con Di Matteo nel 2012 battendo a Monaco di Baviera il Bayern Monaco ai rigori) e 1 UEFA Europa League l’anno seguente con Benitez. Il 2 Giugno del 2014, sul sito ufficiale del Chelsea, viene annunciato che Frank Lampard lascerà i Blues di Londra a fine stagione, dopo 13 anni e 13 titoli, con la media di un trofeo ad anno.
Dopo essere stato accostato più volte alla Lazio in quella finestra di mercato estivo, alla fine firma un biennale con il New York City ma viene girato in prestito per sei mesi al Manchester City (per mantenere la forma in attesa dell’inizio della Major League Soccer, il campionato americano). In realtà però si verrà a scoprire che Lampard non ha mai firmato un biennale con la squadra statunitense ma solo un “impegno”. Il centrocampista però si deve considerare a tutti gli effetti del City. Il destino, quando vuole, sa scrivere trame davvero drammatiche (da drama, ossia ciò che può essere rappresentato scenicamente a teatro). Il primo gol con la maglia del City, infatti, Frank lo segna proprio contro il suo vecchio amore, il Chelsea. Con i Citizens rimane fino a fine 2015, totalizzando 38 presenze e 8 gol tra campionato e coppe.
Il 10 gennaio 2015 firma con il New York City fino a fine 2016. In America totalizza 15 gol in 31 partite ufficiali.

Leggi anche:  Dove vedere Juventus-Bologna: streaming e diretta TV. Sky o DAZN?

Frank Lampard. Rimpianto Lampard. Come detto Lampard fu avvicinato alla Lazio più volte nell’estate del 2014 quando si venne a conoscenza del suo addio al Chelsea. Alla fine Lotito non riuscì a trovare l’accordo economico con il giocatore. Siamo sicuri però che un centrocampista come lui in Serie A avrebbe arricchito di molto sia la Lazio ma anche il nostro campionato. ora, dopo 21 anni di calcio professionistico, ha deciso di lasciare il mondo del pallone. E chissà, il futuro da allenatote lo attende?

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: