Claudio Ranieri rischia l’esonero dal Leicester: “Se i giocatori lo vogliono…”

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
ranieri

Ranieri, inserito dalla Fifa nella lista dei mister dell’anno

La stupenda favola di Ranieri con il Leicester rischia seriamente di finire anzitempo. I risultati delle foxes in Premier League sono catastrofici (appena un punto di vantaggio sulla zona retrocessione e zero reti messe a segno nel 2017) e l’entusiasmo che ha portato alla prima storica affermazione in campionato sembra lontano anni luce.
Certo nessuna si aspettava una riconferma al vertice (certe imprese sono più uniche che rare), ma nemmeno una situazione così grave con il serio pericolo di retrocessione in Championship.
L’ultima pensante sconfitta (3-0) maturata in casa contro il Manchester United di Josè Mourinho (anche il portoghese ha difeso il mister del Leicester) ha già fatto scattare l’allarme oltremanica (esonero quotato a 6/4) e l’ipotesi di vedere Ranieri lontano dalla contea di Leicestershire non è poi così remota. L’ex allenatore di Juventus e Roma però sarebbe pronto a farsi da parte qualora fossero i giocatori a non volerlo più alla guida.
La società dal canto suo ha fatto sapere di essere dalla parte del tecnico e di non avere intenzione in questo momento di sollevarlo dall’incarico, attraverso una comunicato ufficiale: “Il successo senza precedenti della passata stagione è arrivato grazie ai nostri valori: unione, determinazione e spirito di gruppo. Valori che non sono negoziabili. La società rimane accanto al suo manager e ai suoi giocatori. Fermamente”.
Una difesa quella della proprietà che è doverosa visto il lavoro svolto da Ranieri, ma la realtà attuale è questa e nonostante le rassicurazioni le prossime partite potrebbero essere decisive (trasferta con lo Swansea e Liverpool al King Power Stadium in campionato e andata degli ottavi di finale di Champions League a Siviglia).
Qualora non dovessero arrivare i risultati sperati andrà rivalutato il tutto e Vichai Srivaddhanaprabha (presidente del club) potrebbe non essere più così magnanimo.
Dunque un momento delicato per Ranieri, che si ritrova a dover compiere un altro miracolo dopo quello di appena 9 mesi fa.

Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."
  •   
  •  
  •  
  •