Esonero Ranieri, dietro la caduta del Re d’Inghilterra quattro giocatori del Leicester

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Massimo Ranieri, dopo aver vinto la Premier lo scorso anno è stato sollevato dall’incarico di allenatore del Leicester

Ciò che è accaduto in Inghilterra non è passato in osservato. L’esonero di Massimo Ranieri, definito ‘Re d’Inghilterra’ fino a pochi mesi fa, continua a far discutere. Il mondo del calcio, assieme a quello del web, si domandano se l’allenatore italiano, autore di una vera impresa lo scorso anno, non meritasse più rispetto e gratitudine. Vero che l’attuale posizione in Premier è pericolante, occupando il quart’ultimo posto. Vero anche che la sconfitta di Champions con il Siviglia ha messo a rischio il passaggio del turno. Ma tutto ciò non toglie che una squadra, che solamente un paio di stagione fa si salvava per il rotto della cuffia, sia riuscita ad aggiudicarsi uno storico titolo di Campione d’Inghilterra. Ma, dai tabloid inglesi arrivano nuove voci ad offuscare Ranieri. Rumors d’oltremanica vorrebbero che dietro l’esonero del mister romano ci fosse il benestare di alcuni elementi presenti nella rosa dello stesso Leicester. Anzi, quattro di loro avrebbero richiesto proprio un cambio alla guida tecnica. E non sono nomi qualsiasi quelli emersi nelle ultime ore. Infatti, si tratterebbero di quattro colonne portanti della squadra, ossia Wes Morgan, Marc Abrighton, Kasper Schmeichel e James Vardy. Persino l’attaccante natio di Sheffield, reduce da una stagione da incorniciare con 24 reti, avrebbe spinto verso l’allontanamento di Ranieri. La verità, ovviamente, non la si saprà mai. L’unica cosa certa è che gli appassionati di calcio, soprattutto in terra nostrana, non mancheranno di continuare a manifestare solidarietà verso chi ha saputo regalare un sogno a dei tifosi, seppur fuori dai confini italiani. Je suis Ranieri.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter: Hakimi-Paris Saint Germain ai dettagli