Genoa, Enrico Preziosi: “Solo mendicanti vogliono la società! Ecco quando ho chiamato Mandorlini”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Si attendeva la risposta da parte di Enrico Preziosi dopo il comunicato della Gradinata Nord di ieri e prontamente è arrivata. Il Presidente del Grifone, al Secolo XIX, ha così commentato le richieste dei tifosi di dimettersi e di annunciare presto un advisor incaricato alla cessione del Genoa:

“Non mi dimetto, ho letto le richieste dei tifosi, non è mia abitudine abbandonare la barca in difficoltà, sarebbe solo un inutile atto formale. Nel frattempo noi stiamo lavorando già per la prossima stagione, non ci si puà fermare. L’Advisor? Spero nel prossimo futuro di poterli accontentare, adesso si sono presentati solo mendicanti e gente che chiedeva a noi di mettere sul piatto le risorse necessarie per prendersi il Genoa. Attendo che venga fuori qualche genovese”

Enrico Preziosi, proprio sul tema di possibili compratori genovese, ha poi così puntualizzato: “Aspetto anche qualche genoano, gli faciliterò il compito, avrà un grande sconto, ma sarà un caso che qui i Presidenti arrivano sempre da fuori.” Preziosi ha poi parlato dell’esonero di Juric e dell’arrivo di Mandorlini svelando un retroscena importante: “Così con Ivan non potevamo andare avanti, diventerà un grande allenatore e a lui voglio bene. Mandorlini l’ho chiamato dopo il secondo gol preso dal Pescara e gli ho detto di venire. Ho sbagliato a non cambiare prima. Non ci eravamo sentiti prima. Adesso bisogna rialzarci poi verrà il momento dei processi.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?