Le dichiarazioni post match di Biagio Nazzaro – Helvia Recina

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

Biagio NazzaroLa partita tra la Biagio Nazzaro Chiaravalle e l’Helvia Recina finisce con un 2 a 0 all’inglese in favore dei padroni di casa figlio delle fiammate del giovane Pieralisi e di Alessandroni, ben servito da Sampaolesi.
Al di là dei due gol, spettacolo sì gradevole, ma davvero povero di occasioni da rete.

Una partita che poteva avere forse un epilogo differente se Mandorlini avesse messo in rete la sua conclusione ad inizio ripresa (un minuto dopo ha poi segnato la Biagio Nazzaro). “C’è rammarico -dice Lattanzi, tecnico dei maceratesi- perchè venire a Chiaravalle e giocarsi la partita come abbiamo fatto noi, senza però portare a casa punti, dispiace. Nel finale, quando c’era ancora tempo per cercare di recuperare, abbiamo anche sbagliato il gol del 2 a 1. Oltretutto ho diversi dubbi sulla regolarità del loro raddoppio. Il nostro campionato resta chiaramente ancora aperto e già sabato ci aspetta una partita delicata.

Leggi anche:  Dove vedere Brasile-Colombia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Sul fronte opposto Malavenda accetta col sorriso il risultato del campo, anche se non sembra del tutto soddisfatto del gioco espresso dai suoi ragazzi. “Dopo il bel successo col Camerano era sbagliato pensare alla partita di oggi come ad una partita facile. Infatti l’Helvia Recina ha fatto una bella gara e ad inizio match potevano anche passare in vantaggio. Di facile non c’è nulla, guai a pensarlo. Noi dal canto nostro dobbiamo solo pensare a migliorare le prestazioni perchè poi i risultati vengono di conseguenza.
Impossibile non chiedere al tecnico della Biagio Nazzaro due parole sull’importante incontro di Coppa Italia con gli umbri del Villabiagio di mercoledì. “Siamo numericamente contati, anche se per certi aspetti questa è anche la forza di questo gruppo. Giochiamocela senza assilli, andiamo in campo con lo spirito giusto, battaglieri, senza tirare indietro la gamba e lottando su ogni palla”.

  •   
  •  
  •  
  •