Napoli non sa aspettare Pavoletti

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Tutti sappiamo che Napoli sul fronte calcistico è una città esigente, che si appassiona, che vuol vincere, facile ad affezionarsi subito, ma anche a criticare senza nemmeno aspettare un po’. Molto pregiudiziosa. L’argomento in questione è relativo al nuovo centravanti azzurro Leonardo Pavoletti, acquistato già prima che iniziasse il mercato di riparazione di gennaio. Sui social, si leggono già commenti di critiche, nei confronti dell’ex attaccante del Genoa. Chi dice che i 18 milioni sono soldi buttati al vento, che il calciatore per 101 minuti giocati è inutile, critiche sulla sua posizione in campo e sulla sua (come dicono i tanti esperti) staticità in campo. Ricordiamo, che Pavoletti, viene da un infortunio, che l’ha tenuto lontano dal terreno di gioco per quasi due mesi, e se si deve riprendere, bisogna aspettare un po’. A Napoli no. A Napoli, bisogna essere subito pronti. E non è che vanno così le cose. Il Napoli, dal mese di ottobre, gioca con tre attaccanti che non arrivano sopra il metro e ottanta. E abbiamo avuto i risultati sperati. Anche Sarri, ha detto, che ci vuole un po’ di tempo per vedere Pavoletti al 100%. Non a Napoli. Purtroppo bisogna ammetterlo, Napoli, come sa dare tanto valore, sa anche disprezzare in meno di un giorno. Aspettiamo le reazioni al primo gol di Pavoletti, e vedremo come cambieranno le considerazioni.

  •   
  •  
  •  
  •