Porto Juventus: precedenti, statistiche e arbitro della sfida di Champions

Pubblicato il autore: veronica caliandro Segui

Porto Juventus: precedenti, statistiche e arbitro della sfida di Champions
Manca poco all’attesissimo match di Champions League tra il Porto, guidato da Nuno Espirito Santo, e la Juventus, di mister Massimiliano Allegri, in programma questa sera 22/02/2017 alle ore 20.45 presso lo stadio Do Dragao di Porto. Non è la prima volta che le due squadre si affrontano, proprio a conferma del forte blasone europeo di entrambe, pronte a dare il massimo pur di passare il turno e proseguire la corsa verso la Coppa dalle grandi orecchie.

Precedenti Porto Juventus: fase a gironi Champions League 2001/2002

Nonostante le frequenti partecipazioni di Porto e Juventus alla più importante competizione calcistica europea, i lusitani e i bianconeri hanno avuto un solo scontro ufficiale in partite con andata e ritorno, ovvero nell’edizione della Champions League 2001/2002, in occasione del ritorno di Marcello Lippi sulla panchina della Vecchia Signora. Entrambe le squadre furono inserite nel gruppo E della prima delle due fasi a gironi con Rosenborg e Celtic Glasgow e la prima partita tra Porto – Juventus prevista per il 12 Settembre 2001 fu, purtroppo, rinviata al 10 Ottobre 2001, in seguito all’attentato dell’11 Settembre alle Torri Gemelle, che portò la Uefa ad annullare l’intera giornata del 12 Settembre per motivi di sicurezza.
Per la prima partita tra Porto e Juventus si dovette così aspettare il mese di ottobre dello stesso anno e il match, andato in scena presso il vecchio stadio As Antas,  si concluse senza reti, e con le due squadre che mostrarono la capacità di potersi contendere fino all’ultimo il passaggio del turno. Nel primo tempo i padroni di casa dal Porto manifestarono una netta superiorità sul campo, soprattutto grazie a Deco che costrinse più di una volta Buffon a parate particolarmente difficili, se non addirittura spettacolari. Nel secondo tempo, invece, fu Del Piero a fare faville in campo, ma nonostante l’ottimo reparto offensivo bianconero composto da Pinturicchio, così come è stato soprannominato da Gianni Agnelli per l’eleganza del suo stile di gioco, e Salas, oltre ad un buon tentativo di Zambrotta su calcio d’angolo, la partita finì 0 – 0.

Precedenti Porto Juventus, Finale Coppa delle Coppe 1984

Il più importante precedente tra Porto e Juventus è però quello del 16 maggio 1984 in occasione della finale di Coppa delle Coppe, sul campo neutro di Basilea, che vide la Juventus vincere 2 – 1, aggiudicandosi in questo modo il suo secondo titolo europeo. Una partita trionfale, quella dei bianconeri, che, dopo il goal di Vignola, iniziarono a temere il peggio per via del pareggio da parte del Porto con Sousa. Al 41′, però, ecco arrivare il goal di Boniek, e la Juve dire fine alla partita.

Arbitro Porto Juve: il tedesco Felix Brych

I precedenti con il Porto sembrano quindi essere a favore della squadra bianconera, che si appresta ad affrontare il match con il Porto senza Bonucci che dovrà infatti guardare la partita dalla tribuna. Chi invece sarà sicuramente in campo è l‘arbitro tedesco Felix Brych, coadiuvato dagli assistenti MarkBorsch e Stefan Lupp, oltre agli addizionali Marco Fritz e Bastian Dankert, e il quarto uomo Rafael Foltyn. Un arbitro dalla grande esperienza internazionale, che ha già arbitrato la Juve in occasione della sconfitta dei bianconeri a Madrid contro l’Atletico e la vittoria contro il Manchester City. Ha inoltre arbitrato anche il Porto con un bilancio di tre vittorie contro Apoel, Shakhtar e Athletic, oltre ad un pareggio contro la Dinamo Kiew.

  •   
  •  
  •  
  •