Retrocessione Leicester: perchè Ranieri ora rischia grosso

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Se due anni fa qualcuno vi avesse detto che il Leicester avrebbe vinto il titolo inglese, chiunque avrebbe fatto una grossa risata. Se a inizio settembre qualcuno avesse ipotizzato la retrocessione del Leicester in pochi avrebbero preso sul serio un’ipotesi del genere visto che le Foxes venivano da un trionfo clamoroso nella Premier 2015-2016 presentandosi ai nastri di partenza di questa stagione con la rosa quasi identica a quella di pochi mesi prima. E invece oggi l’ipotesi retrocessione Leicester è sempre più concreta così come l’idea dell’addio di Ranieri. Il tecnico italiano è un’icona a Leicester dopo la favola della scorsa stagione ma ora potrebbe essere messo in discussione visto il crollo verticale nel 2017.

Ranieri, infatti, rischia di diventare il primo tecnico ad aver vinto un titolo in Premier con una squadra da retrocessione e di fallire la salvezza con una squadra (quasi la stessa, lo ripeto) da titolo.
Dov’è la verità? I fatti di quest’anno confermano che la favola del titolo 2016 del Leicester è e sarà irripetibile. Al netto dell’addio di Kantè e di qualche giocatore non determinante, la rosa è rimasta la stessa con gli innesti di Slimani e Musa prima e Ndidi poi. Quello che, purtroppo, è cambiato, o meglio sparito, è lo spirito del Leicester. La squadra di Ranieri scende in campo poco concentrata, senza cattiveria sperando che il pallone entri in porta quasi da solo. In questo 2017 i palloni sono sì entrati in porta ma in quella difesa da Schmeichel che sembra ormai rassegnato a raccogliere la palla in fondo al sacco a ogni partita.

Leggi anche:  Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0: proteste Napoli sull'1-0 e rigore concesso con il Var. Ecco la Moviola

Le statistiche del Leicester nel 2017 in Premier

Se il 2015 ci aveva regalato una mezza sorpresa con il Leicester che sembrava un outsider pronto, però, a sgonfiarsi con l’arrivo della primavera, il 2016 ha lasciato tutti a bocca aperta con successi a ripetizione in Premier grazie a un carattere straordinario, un po’ di fortuna e un gioco pragmatico. La seconda parte del 2016 è andata in calando con una Premier da mezza classifica e una Champions ottima ma senza brillare. Lo schock arriva con il 2017, finora annus horribilis per le Foxes in Premier League. Sei partite: 5 sconfitte e un pareggio. Il dato più impressionante del 2017 del Leicester in Premier arriva alla voce “gol realizzati”: zero. Per i ragazzi di Ranieri le scuse sono finite anche perchè il bonus sulla zona retrocessione si è quasi azzerato: solo un punto sopraa. Se a fine 2016 la squadra di Ranieri poteva gestire un discreto margine per salvarsi (6 punti sulla terz’ultima) ecco che ora l’incubo della retrocessione Leicester in Championship inizia ad aleggiare in riva al Soar river.

Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."

Serve un cambio di passo e, per fortuna di Ranieri, ora la Premier si prende una piccola pausa per tornare a fine febbraio con la sfida proibitiva contro il Liverpool di Jurgen Klopp. Una gara che potrebbe affossare Vardy e compagni in caso di risultato negativo o rilanciare lo spirito perso da mesi se dovesse arrivare finalmente la vittoria.

Non erano dei fenomeni prima, non sono dei dilettanti oggi ma serve decisamente una scossa.

  •   
  •  
  •  
  •